Carla Fracci con il Balletto del Sud al castello di Donnafugata

Quasi 15 minuti di standing ovation per la diva della danza, Carla Fracci, protagonista al castello di Donnafugata, all’interno della seconda edizione di DanzArt, dello spettacolo Shéhérazade della Compagnia Balletto del Sud con le spettacolari coreografie firmate da Fredy Franzutti. Un pubblico incantato ha seguito la straordinaria danzatrice, tra le più famose al mondo, che sul palco ha regalato emozioni infinite tra le atmosfere di una delle storie tratta da “Le mille e una notte”. Bravissima lei, incontrastata regina della danza, ma bravissimi anche tutti gli altri ballerini dello spettacolo che hanno conquistato il pubblico con passi di danza che hanno caratterizzato il susseguirsi della storia.

A fine spettacolo grande entusiasmo da parte del pubblico e dei fans che hanno avuto la rapida possibilità di avvicinare per qualche secondo la “diva” a cui tra l’altro Arnò ha regalato un profumo con aromi siciliani appositamente creato in onore della Fracci. DanzArt Festival, diretto da Cetty Schembari e con il patrocinio del Comune di Ragusa – Assessorato agli Spettacoli e il sostegno di vari sponsor privati, continua tra il barocco di Ragusa Ibla con la presenza di Rossella Brescia, Soimita Lupu, Fredy Franzutti, Nuria Salado Fustè, Kristina Ann Schranz, Carlos Montalvàn Tovar, Attila e tanti altri. Pienone per gli stage di danza che si sviluppano all’interno di alcune chiese sconsacrate divenute per l’occasione delle bellissime sale danza. Ma il festival è anche cibo e arte. Ai giardini iblei fino all’1 agosto è possibile visitare “DanzartExpo”, in collaborazione con PromoExpo, con l’esposizione di produttori legati al mondo del gusto, del wellness e dell’artigianato. E’ inoltre possibile partecipare alle passeggiate alla scoperta del barocco ibleo e dei palazzi nobiliari in collaborazione con “A Porte Aperte”. Intanto pomeriggio a Ibla gli amanti di Instagram potranno, dalle 16 alle 20, entrare in scena all’interno degli stage e fotografare i ballerini al lavoro.