Modica, completata la rotatoria di contrada Serrapero

La realizzazione della rotatoria di contrada Serrapero è stata la vittoria della politica sana, costruttiva e fattiva contro l’immobilismo storico della vecchia politica fatta di burocrazia e carte bollate che ha bloccato troppe volte lo sviluppo della nostra terra. Con l’installazione della segnaletica abbiamo completato in tempi record, poco più di tre settimane, la costruzione di un’opera indispensabile per la sicurezza di automobilisti e motociclisti, cancellando uno degli incroci più pericolosi di tutto il territorio che in passato è stato purtroppo teatro di gravissimi incidenti stradali che sono costati la vita a diverse persone. Il progetto di una rotatoria era fermo dal 1996 negli uffici dell’ex provincia. La sua realizzazione è stata spesso cavallo di battaglia di tante campagne elettorali ma è rimasta sempre una chimera, un’illusione da rimandare di mese in mese, di anno in anno perché forse così faceva comodo.

La nostra Amministrazione, mettendo il bene comune prima di ogni altra cosa, ha preso la decisione di agire non aspettando oltre i continui rinvii. In pochissimo tempo e con un decimo di quanto la Provincia aveva programmato, abbiamo realizzato la rotatoria che ha letteralmente cambiato il volto della circolazione viaria in quella trafficatissima zona. Più che i comunicati politici scritti da chi cerca sempre visibilità sfruttando il mio nome e pur di attaccarmi arriva a difendere l’indifendibile, preferisco ascoltare i commenti positivi di tutti i cittadini che transitano ogni giorno da quel punto. A quei signori che si riempiono la bocca con paroloni lanciando accuse insensate, dico di andare a raccontarlo a loro, agli stessi cittadini presso cui cercano consensi, che la rotatoria non si doveva fare, che bisognava aspettare, etc etc. Di illegale c’era solo l’incrocio com’era prima. Le chiacchiere ancora una volta stanno a zero, sono i fatti quelli che contano.