Che Meraviglia a Monterosso Almo

Uno strepitoso successo per la seconda edizione di “Meraviglia!”, il festival delle arti di strada, non solo ha colpito nel segno ma ha raddoppiato addirittura le presenze rispetto allo scorso anno. Segno che la formula piace. Monterosso Almo, sabato scorso, è stata letteralmente presa d’assalto da centinaia di persone che si sono date appuntamento nel cuore del centro montano, in piazza San Giovanni, per assistere alle performance dei cinque buskers che hanno animato la serata oltre allo spettacolo fornito da due gruppi musicali, i Tamburi kamarinensi di nuova costituzione e i Tamburi imperiali di Comiso. Applausi per tutti, e a scena aperta, a sancire la bontà di una iniziativa che, anche stavolta, è stata voluta con forza dall’arciprete, don Marco Diara, a corollario delle iniziative del Grest. Le esibizioni di Aldo Viral con il suo “Kit da viaggio”, un mix tra giocoleria e azioni teatrali, di Gianluca Marra con il suo “Grande Lebuski show”, autore di una stravagante performance legata al teatro di strada, e ancora di Ilaria Fonte, con “Fashionissima me”, uno spettacolo di acrobatica aerea, di Patesciò con il suo “Sciolio”, un’esibizione di mimo clown, e di Marco Ape con “Il secondo elemento”, capace di mettere in rilievo tutto il fascino del fuoco nelle sue più svariate forme ed applicazioni, hanno centrato l’obiettivo intrattenendo non solo i cittadini monterossani ma anche parecchi visitatori provenienti da svariati centri della provincia e di fuori provincia. E poi la ciliegina sulla torta, rappresentata dalla possibilità di degustare un ottimo panino con la salsiccia locale, ha fornito all’intera manifestazione una dimensione ancora più popolare che l’ha resa estremamente coinvolgente, così come hanno pure saputo fare gli artisti di strada nei loro spettacoli bravi ad interagire continuamente con il pubblico.

“Diciamo che è stata una edizione record – sostiene l’arciprete – perché mai avevamo visto la piazza centrale di Monterosso Almo così piena di gente. Sono contento perché vuol dire che la formula piace e il pubblico ha molto apprezzato le proposte che siamo riusciti a mettere in campo. Per noi è un modo di aggregare ancora di più le persone, piccoli e grandi, in un periodo, quello estivo, in cui iniziative del genere risultano indispensabili. Come Chiesa, facciamo quello che possiamo ma devo dire che grazie a “Meraviglia!” Monterosso, per una sera, si è trasformata in un luogo di grande attrazione. E’ stata una iniziativa davvero speciale. E non ci fermiamo qua. Perché già per venerdì prossimo, 29 luglio, abbiamo pronto il carnevale estivo, sempre in piazza San Giovanni, a partire dalle 21, con la sfilata in maschera e un eccezionale schiuma party. Insomma, un altro appuntamento da non perdere. Invitiamo tutti a partecipare”.