Smartphone, arriva la batteria al grafene

G-King è il nome di una batteria al grafene per smartphone che ha una capacità di 4.800 mAh e un tempo di carica davvero molto breve che va da 13 ai 15 minuti, ovvero circa 10 volte in meno rispetto a una batteria agli ioni di litio. La nuova batteria è stata presentata al pubblico dall'azienda cinese Dongxu Optoelectronics. Il tempo di ricarica di smartphone e tablet è diventato sempre più un problema a causa della poca autonomia che solitamente hanno le batterie al litio. Questa nuova batteria al grafene G-King sarebbe in grado di sostenere 3500 cicli di ricarica e, anche in questo caso, le batterie al litio si posizionerebbero sempre seconde.

Il grafene è formato da un singolo strato bidimensionale di atomi di carbonio con proprietà elettriche e meccaniche irraggiungibili da altri materiali più utilizzati. E’ duecento volte più forte e sei volte più leggero dell’acciaio e si pensa possa cambiare radicalmente il modo di concepire la batteria, aprendo la possibilità alla creazione di batterie pieghevoli o super-leggere che potrebbero rendere i nostri device tecnologici ancora più leggeri. Inoltre visto che si scaricano meno velocemente di quelle attualmente in commercio, potrebbero risultare eccellentemente prestanti per i veicoli elettrici, per i droni, e in molte altre applicazioni. La batteria al grafene è stata mostrata per la prima volta venerdì scorso in un evento a Pechino dal presidente di Dongxu Optoelettronica Li Zhaoting.

Il grafene è formato da un singolo strato bidimensionale di atomi di carbonio con proprietà elettriche e meccaniche irraggiungibili da altri materiali più utilizzati. E’ duecento volte più forte e sei volte più leggero dell’acciaio e si pensa possa cambiare radicalmente il modo di concepire la batteria, aprendo la possibilità alla creazione di batterie pieghevoli o super-leggere che potrebbero rendere i nostri device tecnologici ancora più leggeri.

Inoltre visto che si scaricano meno velocemente di quelle attualmente in commercio, potrebbero risultare eccellentemente prestanti per i veicoli elettrici, per i droni, e in molte altre applicazioni. La batteria al grafene è stata mostrata per la prima volta venerdì scorso in un evento a Pechino dal presidente di Dongxu Optoelettronica Li Zhaoting.