Modica, i commercianti su la Ztl di piazza Matteotti

“Per noi non è un problema. I posti auto attorno alla piazza sono solo una decina e tutti a pagamento. Ci vorrebbero invece dei posti auto gratuiti sparsi lungo la via”. E’ così che si esprime la maggior parte dei commercianti che hanno delle attività vicino o adiacenti alla piazza Matteotti, dove da lunedì 18 luglio scatterà la “zona a traffico limitato”. “Ho saputo della nuova decisione presa dall’Amministrazione comunale – commenta Fabio Adamo – titolare di ben due attività commerciali adiacenti alla piazza – e sinceramente non credo che possa crearci dei problemi. Eliminando qualche posto auto, tra l’altro a pagamento, non cambia di fatto la nostra situazione. Il problema dei pochi posti auto è sempre stato penalizzante per le attività del centro storico. Si potrebbe invece pensare di eliminare i “gratta e sosta” e sostituirli con dei parcometri, più comodi e più economici.

Questo potrebbe anche favorire i turisti oltre che i cittadini modicani che spesso sono costretti a girovagare nei vari negozi o bar in cerca del gratta e sosta”. Adamo poi spiega che per i commercianti si potrebbero anche prevedere degli abbonamenti mensili che garantirebbero più tranquillità. “Nonostante da anni – aggiunge Adamo – abbiamo qui le attività ci è capitato spesso di esser multati”. “Ho saputo di questa novità – dice Giovanni Puccia, titolare di una enoteca– e sinceramente non mi preoccupa. L’Amministrazione potrebbe invece inserire alcuni posti auto gratuiti lungo corso Umberto considerato che non ce ne sono per tutta la via”. C’è anche chi coglie l’occasione per proporre nuove iniziative come fa Elena, che lavora in una gioielleria. “Quando si agisce con un cambiamento di questo tipo – dice Elena – bisogna dare anche un’alternativa e mi pare che non sia stato fatto. Io inviterei l’Amministrazione ha predisporre un bus navetta che in determinati orari legati all’apertura o chiusura delle attività commerciali partendo dal parcheggio di viale Medaglie d’Oro, dove i commercianti dovrebbero lasciare le auto, faccia il giro delle vie del centro storico. Questo potrebbe anche aiutare le nostre attività considerato che si libererebbero molti posti auto”.

La titolare di una profumeria che insiste di fronte alla piazza non manifesta nessuna perplessità alla nuova decisione. “Io lascio tutti i giorni la mia auto in via Tirella o in viale Medaglie d’Oro dove ci sono dei posti auto liberi quindi non mi sono posta il problema. Però so che ci sono dei dipendenti che pagano fino a 5 euro al giorno per lasciare l’auto in corso Umberto”. Alcune attività storiche della via hanno un garage di proprietà o in affitto. “In passato ho chiesto – dice Antonio Floridia – di poter avere dei posti riservati pagando la cifra adeguata al Comune ma non è stato possibile”. Bruno Azzarelli, titolare di uno storico negozio, manifesta solo plauso per la decisione presa dall’Amministrazione e dice: “è una decisione discussa da tempo che non penalizza le nostre attività”. Insomma la chiusura dell’area attorno alla piazza non ha modificato l’umore di nessuno perché il vero problema nel centro storico è solo legato alla carenza dei posti auto “gratuiti”. “Non possiamo fermarci neanche per prendere un caffè – dice un cittadino – perché sono sempre pronti a farti la multa. L’ideale sarebbero dei posti liberi distribuiti lungo la via proprio per dare la possibilità di sostare per pochi minuti senza preoccuparsi di cercare il gratta e sosta o di beccarsi l’ennesima multa”.  

Il sindaco Ignazio Abbate interpellato sulla questione spiega che l'Ammministrazione comunale nei prossimi giorni provvederà all'installazione di alcune strisce bianche lungo corso Umberto. "Per quanto riguarda i "gratta e sosta" a breve saranno sostituiti con dei parcometri - commenta Abbate - che saranno distribuiti lungo le zone della città. Per quanto riguarda il parcheggio di viale medagli D'Oro presto sarà dato in gestione. Questo ci consentirà di predisporre una tariffa a pagamento e un bus navetta che ogni dieci minuti trasporterà le persone che lasceranno la loro auto nel parcheggio lungo le vie del centro storico".