Dieta: grassi insaturi migliorano vecchiaia?

Salmone, oli e altri alimenti ricchi di grassi insaturi possono allungare la vita? Secondo uno studio condotto da alcuni ricercatori americani, sì. I risultati pubblicati sulla rivista JAMA Internal Medicine, dimostrano che consumare elevate quantità di oli vegetali, di semi (di lino, girasole), frutta secca, pesci come il salmone, soia e altri alimenti ricchi di grassi insaturi possono allungare la vita, soprattutto garantiscono una vecchiaia in salute.

La ricerca condotta nella Harvard Chan School e nella Brigham and Women's Hospital ha coinvolto oltre 126 mila persone, con stato di salute e regime alimentare verificato per 32 anni. Nel corso del periodo di monitoraggio gli epidemiologi Usa hanno registrato 33.304 decessi per varie cause (ad esempio tumori, infarto, ictus) e hanno così calcolato le chance di vivere a lungo o il rischio di morte prematura in base al tipo di grassi presenti nella dieta di ciascuno. Viceversa, per ogni aumento del 2% dei grassi trans (come quelli contenuti nelle margarine, nelle merendine, nei salatini, nelle patatine fritte surgelate e nei dadi) si verifica un aumento del 16% del rischio di morire prematuramente. I ricercatori hanno notato che gli effetti sulla salute dipendevano da come venivano sostituiti i grassi saturi.

Gli studiosi statunitensi raccomandano di privilegiare nella dieta il consumo di grassi insaturi "buoni" a discapito dei grassi saturi "cattivi ovvero quelli di origine animale, come il lardo, il burro, i grassi di carni rosse e ancor di più dei grassi trans che sono presenti nella maggior parte del cibo confezionato industriale".