Ragusa, ladri in contrada Cimillà- Fortugnello

“Ho raccolto il grido di esasperazione dei residenti del villaggio Cimillà – Fortugnello, una zona densamente popolata alla periferia di Ragusa. Da qualche tempo queste persone non dormono più per il terrore che hanno di essere prese di mira dai malviventi che stanno battendo palmo a palmo le case della zona. Furti a ripetizione, anche quando all’interno ci sono i proprietari che dormono. E’ una situazione a dir poco preoccupante che ha spinto i residenti stessi a minacciare, dopo la costituzione in comitato, la riconsegna delle schede elettorali. Inoltre, intendono rivolgersi tutti in Prefettura per chiedere, provocatoriamente, il porto d’armi. E’ una vicenda che merita la massima attenzione”. A lanciare l’Sos accorato è la consigliera comunale Elisa Marino che si dice estremamente preoccupata per le numerose segnalazioni, tutte dello stesso tenore, ricevute. “Oltre a portare la vicenda all’attenzione del Consiglio comunale, e quindi dell’Amministrazione – continua Marino – sollecito la Giunta a valutare l’opportunità di installare un sistema di videosorveglianza efficace.

Ma ci sono altri interventi che è possibile attuare da subito. A cominciare dalla riattivazione della pubblica illuminazione in alcune strade del villaggio per non parlare degli incroci principali che risultano essere completamente al buio. Una situazione che favorisce il proliferare della criminalità con intento predatorio. I residenti disegnano un quadro a dir poco disarmante. Basti pensare che avvelenano anche i cani. Insomma, una situazione davvero limite rispetto alla quale l’Amministrazione comunale può cercare di creare gli strumenti che forniscano il supporto dovuto alle forze dell’ordine. I ladri, soprattutto in questo ultimo periodo, risultano essere scatenati. E’ un allarme che non può rimanere senza riscontro ma è essenziale che se ne discuta il prima possibile per individuare le possibili soluzioni”. I residenti, inoltre, hanno precisato che stanno preparando un documento contenente delle specifiche richieste da inoltrare al sindaco e ai capigruppo. Richieste che martedì saranno sottoposte all’attenzione dell’assemblea dei residenti per l’approvazione definitiva.