Food Innovation Summer School a Ragusa

La seconda settimana della Food Innovation Summer School Mediterraneo, organizzata dal Future Food Institute di Bologna, grazie alla partnership con l’Università degli studi di Messina, sarà all’insegna della scoperta dei prodotti tipici siciliani, in particolare delle specialità della zona di Ragusa. “L’iniziativa e gli obiettivi della prima Summer School Mediterraneo sono ambiziosi e Logos li sposa e li condivide con forza ed entusiasmo. Il field trip nel ragusano e l’approccio rivoluzionario all’agroalimentare basato su creatività e innovazione, costituiranno nuovi stimoli per il Sud est restituendo nel contempo all’isola di Sicilia il suo naturale ruolo di riferimento nell’area mediterranea”, spiega Rosario Alescio Presidente di Logos Società Cooperativa. Tutti gli studenti internazionali, accompagnati da Matthew Lange e Daniela Barile docenti della University of California Davis, professori dell’Università degli Studi di Messina, e come ospite internazionale, Peter Klosse direttore di De Echoput & the Academy for Gastronomy, partiranno per un tour di due giorni durante i quali saranno ospitati dai produttori locali che apriranno le porte delle loro aziende per mostrare come nascono i sapori che rendono la Sicilia la culla del Mediterraneo.

Il tour inizierà giovedì 14 luglio e prevede come prima tappa una visita all’azienda Agromonte nel comune di Chiaramonte Gulfi, e avrà come protagonista il pomodoro in ogni sua veste: passate, sughi, pesti. Successivamente ci si muoverà alla volta di Ragusa, per visitare l’azienda LBG, produttrice di farine realizzate grazie alle carrube, un prodotto particolare ormai largamente usato in moltissimi prodotti gastronomici. Ma in Sicilia non si mangia soltanto, infatti la terza tappa della prima giornata vedrà anche un tour nel birrificio Tarì a Modica. Infine, una volta arrivati nella città del cioccolato, non si può non provare il prodotto principe di Modica. La giornata infatti si concluderà a Casa Ciomod, con una visita nei loro laboratori per squisite creazioni a base di cioccolato.

Il secondo e ultimo giorno, venerdì 15 luglio, inizierà con le visite all’azienda Progetto Natura dove vengono stagionati i formaggi tipici della tradizione siciliana, e al salumificio Chiaramontano, dove si lavorano carni provenienti esclusivamente da allevamenti locali per realizzare salumi di alta qualità. Successivamente si partirà in direzione Vittoria, comune in provincia di Ragusa, per visitare l’azienda vinicola Maggio Vini, dove tradizione e innovazione collaborano per la produzione dei rossi e dei bianchi siciliani. Sempre a Vittoria il vino non è l’unico protagonista, la tappa all’azienda Gaia darà l’occasione di vedere come si coltivano melanzane, peperoni e pomodori con una produzione ecosostenibile. Infine, l’ultima fermata di questo viaggio all’interno della tradizione del gusto siciliano, sarà nel comune di Scicli. Famosa per essere uno degli scenari del telefilm “Il Commissario Montalbano” questa voltà sarà invece l’occasione per visitare l’azienda Gli Aromi, dove si preparano le erbe aromatiche che riescono a dare sapore e colore ad ogni piatto.