Fsi, Barrotta "mala gestione personale Asp Siracusa"

Il commissario del sindacato sanitario FSI di Siracusa e Ragusa, Corrado Barrotta, chiede al Direttore Generale della ASP di Siracusa, il dott. Brugaletta, di informare la cittadinanza della provincia di Siracusa sul lavoro dei 105 operatori tecnici autisti su 3200 dipendenti dirigenti e comparto sanità. Si chiede Barrotta: “La ASP n. 8 di Siracusa deve diventare una azienda di trasporto nazionale ed internazionale di merci o persone? Le ricordo che questi autisti sono quasi tutti Operatori Socio Sanitari che devono fornire la assistenza di base agli ammalati ma purtroppo si continua a togliere personale dall’assistenza agli ammalati per altro tipo di attività”.

“Ci sembrava strano che per un pugno di dollari gli ausiliari socio sanitari fossero disposti a eseguire certe mansioni ed oggi ci rendiamo conto di quale era il piano predisposto. Senza contare i coordinatori delle professioni sanitarie che invece di prendersi cura degli ammalati fanno i segretari dei medici o hanno l’assistente che fa il lavoro e sono altre 120 unità su 3200. In totale abbiamo il 10% di amministrativi in più, il 10% di dirigenti medici in più, il 3% solo di autisti e il 7% di personale nel territorio” continua indignato Barrotta. “Per far entrare le persone in ambulatorio specialistico e alzare la maglietta, basta un assistente a 1200 euro al mese invece di un infermiere a 3600 euro al mese”.

E se la gestione del personale è allegra la gestione degli immobili di proprietà della Asp lo è altrettanto. Il commissario del sindacato sanitario FSI per Siracusa e Ragusa chiede in tal senso: “Cosa ha fatto la Asp di Siracusa con gli ospedali abbandonati, perché non li ristruttura o li vende per acquistare immobili di proprietà invece di affittare immobili da privati”?