Giuseppe Castiglione vince l'8 Slalom Città di Castelbuono

Giuseppe Castiglione è inarrestabile. Il ventisettenne campione siciliano Slalom in carica è riuscito nell’impresa di vincere anche l’8° Slalom Città di Castelbuono, sesta prova stagionale per la Coppa Aci Sport 6a zona per la specialità, settima tappa per il Cas, Campionato automobilistico siciliano Aci Sport Slalom e quarto appuntamento con lo Challenge Palikè 2016. Ma quanta tensione, fino all’ultimo metro della terza salita cronometrata!
Al volante della fedele ed ormai sempre più perfetta Radical Prosport Suzuki assemblata nell’officina di famiglia, Giuseppe Castiglione ha regolato al traguardo per appena otto centesimi di secondo uno scatenato catanese (di Adrano) Mimmo Polizzi, il quale ha nettamente migliorato il feeling con la propria Elia Avrio ST09 Evo Suzuki per i colori della scuderia Tm Racing Messina, di recente sottoposta ad un corposo “lifting” al propulsore nipponico K5 di derivazione motociclistica. Una vittoria di forza per il trapanese, portacolori della scuderia Armanno Corse Palermo, letteralmente in volata, che gli consente di “timbrare” il terzo successo consecutivo qui a Castelbuono (dopo gli “acuti” del 2014 e del 2015), di firmare la settima personale affermazione stagionale (un record, ove si pensi che siamo a metà dell’annata agonistica corrente) e di pareggiare idealmente i conti con lo stesso Mimmo. Polizzi, vincitore per tre volte nello slalom madonita, negli anni scorsi.

La classifica : 1) Giuseppe Castiglione (Radical Prosport Suzuki), in 159,56 “punti-secondi” 2) Mimmo Polizzi (su Elia Avrio ST09 Evo Suzuki), in 159,64 3) Giuseppe Virgilio (Radical SR4 Suzuki), in 163,23 4) Nicolò Incammisa (Radical SR4 Suzuki), in 170,22 5) Andrea Raiti (Osella PA 21S Honda), in 170,99 6) Emanuele Schillace (Radical SR4 Suzuki), in 173,12 7) Rosario Prestianni (Vst Kawasaki), in 173,47 8) Claudio Bologna (sulla Elia Avrio ST09 Suzuki), in 173,98 9) Girolamo Ingardia (Fiat Cinquecento Suzuki), in 174,17 10) Salvatore Giunta (Fiat 126 Max Suzuki), in 175,48 11) Maurizio Anzalone (Renault Clio Rs K), in 177,05 12) Giuseppe Messina (Renault Clio Rs Cup), in 177,63, 13) Giuseppe Di Trapani (Radical SR4 Suzuki), in 177,77 14) Alfredo Giamboi (su Fiat X1/9), in 178,73 15) Vincenzo Pellegrino (Radical SR4 Suzuki), in 178,93 16) Rino Giancani (Elia Avrio ST09 Evo Suzuki), in 181,51 17) Giovanni Greco (Radical SR4 Kawasaki), in 181,66 18) Antonino Margareci (su Fiat 127 Sport), in 182,50 19) Giuseppe Pappalardo (Peugeot 205 Rallye), in 185,93 20) Giuseppe Cacciatore (su Renault Clio Rs Light), in 187,62 21) Giuseppe Raineri (Fiat 127 Sport), in 187,71 22) Francesco Lombardo (Fiat 126 Speciale), in 187,71 23) Pierluigi Bono (Fiat 500), in 187,95 24) Ignazio Bonavires (Peugeot 106 Gti 16v), in 188,09 25) Lorenzo Lo Monaco (Fiat 500), in 189,55.