Marina di Ragusa, furti seriali in auto: un arresto

Un algerino, irregolare e domiciliato a Vittoria, è stato arrestato dagli uomini dell’Ufficio Volanti della Questura di Ragusa, con l’accusa di furto aggravato e continuato su auto in sosta e porto di coltello. 

I fatti si sono svolti a Marina di Ragusa nel primo weekend di caldo intenso e di spiagge gremite di turisti e villeggianti. Al 113 un utente ha segnalato la presenza di un individuo che si aggirava con fare sospetto tra le auto in sosta cercando di forzare le portiere di quelle prescelte per poi allontanarsi a bordo di un motociclo.

Immediato l’arrivo sul posto delle Volanti di Ragusa che hanno iniziato a perlustrare il territorio rintracciando il soggetto indicato, all’interno di una Fiat Punto appena aperta, intento a ricercare oggetti di valore da sottrarre. Lo stesso, alla vista degli agenti ha tentato di scappare per le vie limitrofe ma è stato immediatamente bloccato e assicurato all’interno dell’autovettura di servizio.
Importanti i danni prodotti a diverse auto in sosta nella stessa via. L’algerino infatti prima ha forzato un auto modello Opel Meriva, poi una Smart che si presentava con danni al deflettore sinistro, completamente piegato probabilmente utilizzando uno oggetto adatto e dal cui interno, messo a soqquadro, era stato sottratto un accessorio per macchina fotografica, ritrovato dai poliziotti e riconsegnato al legittimo proprietario.

La Fiat Punto invece si presentava con profondi danni alla serratura della portiera destra, completamente divelta, con l’abitacolo rovistato in ogni sua parte.
Gli agenti hanno rintracciato i rispettivi proprietari che si sono portati sul posto, constatando anche la mancanza di una confezione di profumo da donna di una nota marca del valore di oltre 100 euro, sottratta proprio dalla Fiat Punto.

La successiva perquisizione estesa al motociclo tipo Honda in disponibilità dell’extracomunitario ha permesso di rinvenire, all’interno del baule, un coltello a serramanico, un paio di forbici spuntate utilizzate per forzare le serratura delle auto prese di mira e la confezione di profumo sottratta dalla predetta auto, anch’essa restituita alla legittima proprietaria.
Pertanto all’esito di quanto accertato Chiref Farid, algerino trentaseienne, domiciliato a Vittorio è stato tratto in arresto con l’accusa di furto aggravato e continuato e porto di coltello.
Lo stesso su disposizione del P.M. di turno è stato tradotto nel carcere ragusano a disposizione dell’autorità giudiziaria.
“Si rinnova comunque l’invito a non lasciare incustoditi all’interno delle auto in sosta oggetti di valore, borse o zaini segnalando per tempo al 113 la presenza di persone sospette”.