Marina di Acate, arrestato topo d'auto

Polizia in azione nelle zone della riviera che cominciano ad affollarsi di gente che va al mare. Precise disposizioni del Questore di Ragusa hanno impegnato le Volanti e le pattuglie del Commissariato di P.S. Vittoria che hanno incrementato i servizi di vigilanza. Una presenza che ha già dato risultati nel campo della repressione dei reati predatori.
Pattuglie “civetta” in azione a Marina di Acate hanno permesso di individuare un soggetto che aveva preso di mira le auto in sosta in un ampio parcheggio lasciate da gente che aveva deciso di trascorrere del tempo in spiaggia.
L’uomo, un extracomunitario privo di documenti controllava auto per auto e più volte è stato visto mentre tentava di aprire dalla maniglia le portiere delle autovetture o tentava di spingere verso il basso il finestrino.
Sempre tenuto d’occhio dai poliziotti trovava un’auto con uno spiraglio al finestrino attraverso il quale infilava il braccio nel tentativo di aprire poi lo sportello.
Gli Agenti intervenivano, lo bloccavano e lo perquisivano. Veniva trovato in possesso di un cellulare che dopo alcuni accertamenti è risultato provento di un furto denunciato alcuni giorni fa da un vittoriese.
Era privo di documenti e non forniva indicazioni sulla sua identità.
E’ stato condotto in Commissariato e sottoposto ai rilievi segnaletici della Polizia Scientifica. Dai terminali è risultato essere SOUA Fehmi, nato in Tunisia 30 anni fa.
E’ stato tratto in arresto per il reato di tentato furto su autovettura e ricettazione del telefonino.
D’accordo con l’Autorità Giudiziaria è stato trasportato presso il carcere di Ragusa.
Inoltre sono in corso le procedure relative alla successiva espulsione dal territorio nazionale.