Le virtù di un territorio a Comiso

“Le Virtù di un territorio”: una vetrina per tutto ciò che la città di Comiso e la provincia iblea sanno dare, produrre, evidenziare. Dall’1 al 10 luglio, a Comiso, si susseguono una serie di appuntamenti culturali ed artistici: mostre, convegni, musica, poesia, iniziative di solidarietà, intercultura, enogastronomia. “Le virtù di un territorio”, iniziativa ideata e coordinata da Giombattista Novelli, si svolgerà dall’1 al 10 luglio a Comiso nel cortile della “Fondazione Bufalino” (ex mercato ittico). Ad organizzarla è l’associazione “Ippos – Arte e cultura”.
“Le virtù di un territorio” – spiega Novelli - nasce per un obiettivo: valorizzare tutto ciò che il nostro possiede ed esprime, soprattutto ciò che è meno conosciuto. Non guardiamo solo all’oggi, ma anche al passato, più o meno recente. Il nostro sguardo, però, è rivolto al futuro, per consegnare alle giovani generazioni tutto ciò che questo territorio è stato capace di dare, dai Siculi e dai Greci fino ai nostri giorni. Raccontare tutto questo significa far crescere il territorio”.
“Le virtù di un territorio” sarà inaugurata venerdì 1 luglio, alle 19, nel cortile della Fondazione Bufalino. Alle 21, è previsto il concerto “Note d’Estate”, del gruppo Bandistico Kasmeneo città di Comiso, diretto dal maestro Rosario Gorgone. Momenti salienti della manifestazione sarà la mostra d’arte del “Collettivo Bai”, i convegni storici sulle lotte pacifiste a Comiso, il premio assegnato ai tre promotori dell’Antica Trasversale Sicula, la presentazione di alcuni libri sul territorio e la sua storia, il premio Futurartista” assegnato ad un giovane studente del Liceo artistico di Comiso, una conferenza su Luciano Marziano, critico d’arte comisano morto di recente, convegni su temi enogastronomici, approfondimenti storici. Una giornata sarà dedicata all’arte, una alla disabilità e inserimento sociale, una alla natura e all’ambiente.