Monterosso Culture Week, presentato il libro di Digrandi

Smettere di lamentarsi, scoprire il proprio talento e metterlo a frutto per migliorare se stessi, costruire il proprio futuro e contribuire alla crescita della propria comunità. Questa è la ricetta di Simone Digrandi, autore del libro “Dipende da te”, presentato ieri sera a Monterosso Almo nell’ambito dell’iniziativa “Monterosso Culture Week” promossa dall’Azione cattolica con la supervisione dell’arciprete don Marco Diara. Numerosi i partecipanti, soprattutto giovani, all’appuntamento ospitato nella sede del circolo Garibaldi. Ad occuparsi della presentazione il giornalista Matteo Burgio. Simone Digrandi, giovane trentenne di Ragusa, ha voluto mettere nero su bianco le esperienze di impegno sociale, civico e politico vissute in questi ultimi anni insieme con alcuni amici. Esperienze positive e negative che si traducono in piccoli suggerimenti scritti da un giovane per i giovani, e non solo. Il libro, infatti, si rivolge a tutti coloro che, per un qualsiasi motivo, non riescono a ingranare la marcia restando così fermi ad aspettare qualcosa o qualcuno. “Dipende da te – ha spiegato Digrandi - vuole spronare i lettori a muoversi, a scoprire la luce che hanno dentro e accenderla per fare qualcosa di buono per se stessi e per gli altri, per cambiare la propria vita e rendere migliore anche quella della propria comunità. Un testo che nasce come un taccuino personale su cui annotare fatti e pensieri da ricordare, e che con il passare del tempo ha preso forma fino a diventare un libro in cui è possibile trovare piccoli suggerimenti per vivere con meno pessimismo e più coraggio”. “Non mi aspettavo una simile partecipazione – dice l’arciprete don Diara – ma si vede che i giovani rispondono presente quando si trattano tematiche a loro molto vicine e che forniscono spunto per un confronto”. E molto partecipata è risultata anche l’Almo race 1.0 tenutasi martedì scorso. Una podistica con la partecipazione di cinquanta giovani corridori che si sono dati battaglia all’interno di un circuito cittadino. Una esperienza nuova per Monterosso che è stata ben accolta. I primi dieci classificati sono stati premiati con una medaglia. “Un altro aspetto delle culture che abbiamo voluto mettere in rilievo – aggiunge don Marco Diara – ma è stato soprattutto posto l’accento sullo stare insieme all’insegna, in questo caso, dello sport. Un altro modo per aggregare e per crescere”. Gli altri appuntamenti di “Monterosso culture week” sono domani, venerdì 10 giugno, con il concerto di Giampaolo Castello al pianoforte e di Sebastiano Romano al clarinetto nella chiesa di Sant’Anna, a partire dalle 20,30, e sabato 11 giugno, al circolo di conversazione, con la presentazione del libro “Il viaggio – L’incanto della piccola principessa” di Giorgio Giurdanella, a partire dalle 18.