Marina di Ragusa, biblioteca ancora chiusa

“Dopo la decisione del Consiglio comunale, che il 15 dicembre scorso ha stabilito di votare il regolamento per garantire l’apertura della biblioteca civica Giovanni Verga sia di mattina che di pomeriggio, è assurdo che si registri ancora, a distanza di mesi, la mancata adesione a quella volontà espressa dal civico consesso che poi rappresenta l’intera città. E' inconcepibile che la biblioteca continui ad essere chiusa nei pomeriggi di lunedì, mercoledì e venerdì come a certificare la derubricazione della parola cultura alle calende greche”. Lo dicono i consiglieri comunali del Pd, Mario D’Asta, capogruppo, e Mario Chiavola, criticando in maniera dura la decisione dell’Amministrazione comunale di non dare seguito alla scelta di assicurare una maggiore fruibilità della biblioteca soprattutto agli studenti ma, più in genere, a tutta la cittadinanza. “Ricordiamo – continuano i due consiglieri dem – che era stato presentato un emendamento proposto dal Pd, con il capogruppo D’Asta primo firmatario, poi passato nell’ambito del regolamento esitato favorevolmente dal Consiglio comunale. Era stata votata l’apertura negli orari antimeridiani e pomeridiani, dal lunedì al venerdì. Nonostante tutto, niente si è mosso. Abbiamo già presentato da tempo una interrogazione, che si discuterà domani pomeriggio in aula, per chiedere all’Amministrazione comunale di dare seguito alla deliberazione del Consiglio comunale numero 84 del dicembre scorso. E’ assolutamente ingiustificabile e inopportuna questa scelta della Giunta Piccitto quando il Consiglio comunale si è espresso in tutt’altra direzione. Occorre potere coltivare la cultura in maniera propria e mettere i cittadini nella condizione di utilizzare al meglio gli strumenti adeguati. Ricordiamo anche che abbiamo proposto con un atto di indirizzo che la biblioteca possa trasformarsi in un "open space" capace di diventare centro di aggregazione per una realtà importante come Ragusa, città Unesco”.