Tumore al seno, terapia ormonale per ridurre recidiva

Aumentare la terapia ormonale da 5 a 10 anni riduce il rischio di ricaduta di tumore al seno del 34%. Lo annuncia uno studio condotto da alcuni ricercatori del Canadian Cancer Trials Group, presentato al congresso della Società americana di oncologia clinica (Asco), in corso a Chicago fino al 7 giugno, con la partecipazione di oltre 30.000 specialisti. La ricerca di fase III, pubblicato anche sul 'New England Journal of Medicine', è stato condotto su più di 1.900 donne in postmenopausa, già trattate per 5 anni con terapia ormonale dopo il tumore. Le pazienti, 1918 donne, sono state divise in due gruppi: al primo è stato somministrato il farmaco anti-tumorale letrozolo per un decennio invece che per cinque anni come da protocolli, all’altro il placebo: è stato riscontrato un rischio del 34% in meno di recidiva o nuovo tumore all’altra mammella rispetto all’altro gruppo.Inoltre a 5 anni dalla fine dello studio, il 95% delle donne trattate non ha avuto alcun tumore, rispetto al 91% del gruppo placebo. Il tasso di sopravvivenza a 5 anni complessiva è stata del 93% (95% CI, 92-95) con letrozolo e il 94% (95% CI, 92-95) con il placebo (hazard ratio, 0.97; P = 0.83). Il tasso di incidenza annuale di cancro al seno controlaterale nel gruppo letrozolo è stata 0,21% (95% CI, 0,10-0,32), e il tasso nel gruppo placebo era 0,49% (95% CI, ,32-,67) (hazard ratio, 0,42; P = 0,007).