Amministrative Vittoria: i dati definitivi

I dati definitivi lo confermano: domenica 19 giugno i vittoriesi torneranno alle urne per scegliere chi, tra Giovanni Moscato e Francesco Aiello sarà il nuovo sindaco della città di Vittoria. Giovanni Moscato appoggiato dalle liste: "Spazio Aperto", "Movimento politico Sviluppo Ibleo", "Riavvia Vittoria" e "Se la ami la cambi" ha ottenuto 9.891, mentre Francesco Aiello appoggiato da: "Sicilia Futura", "Lista Spiga", "PSI" e "Quadrifoglio" ha ricevuto 7412 preferenze. Già dalle prime sezioni scrutinate Moscato, con esperienza decennale in Consiglio Comunale, è sempre stato in vantaggio in quasi tutte le sezioni. Il candidato del centrodestra ha già escluso ogni apparentamento. Una bella soddisfazione per Aiello, storico sindaco della città, eletto per ben sei volte, che si è confermato ancora molto amato dai cittadini. Una amara sconfitta invece per Lisa Pisani che avrebbe dovuto rappresentare la continuità con il sindaco uscente Nicosia, evidentemente la città e i cittadini hanno voglia di cambiamento. Se domenica 19 giugno Moscato dovesse confermarsi il più votato, per la prima volta Vittoria avrebbe un sindaco di centrodestra. Queste nel dettaglio le preferenze ottenute dai candidati a sindaco:

GIURDANELLA ANNINA CARMELO   4.340         15,63 %
TERRANOVA RICCARDO                     215            0,77 %
AIELLO FRANCESCO                        7.412           26,69 %
NICOSIA IRENE                                 226             0,81 %
MOSCATO GIOVANNI                     9.891            35,61 %
MAZZA ARCANGELO                       1.054              3,79 %
RINAUDO ROSARIO                          243              0,87 %
STATELLI VINCENZO                     1.810              6,52 %
PISANI LISA                                  2.583              9,30 %


La lista più votata è risultata quella del Movimento 5 Stelle che ha ottenuto ben 4.033.Da rilevare il dato dell'affluenza alle urne che si è fermato al 65,37%, tantissime anche le schede bianche e nulle. Ma ecco nel dettaglio i voti di lista:

VOTI %
MOVIMENTO POLITICO SVILUPPO IBLEO      1.647             5,67 %
MOVIMENTO PER I DIRITTI AGRICOLI            356              1,23 %
NUOVE IDEE                                                  1.838              6,33 %
ELLEPI                                                         16 431              1,48 %
TERRANOVA SINDACO                                     299               1,03 %
SPAZIO APERTO                                            1.149               3,96 %
ALTERNATIVA PER VITTORIA                          282               0,97 %
SI PUO' FARE                                                     57                0,20 %
MOVIMENTO 5 STELLE                                  4.033             13,89 %
PROGETTO IMPRESA                                     1.435               4,94 %
PARTITO DEMOCRATICO                               2.350               8,10 %
SICILIA FUTURA                                            1.118               3,85 %
RIAVVIA VITTORIA                                       3.101             10,68 %
PATTO PER VITTORIA SCOGLITTI                 1.134               3,91 %
LISTA SPIGA                                                  3.052             10,51 %
SE LA AMI LA CAMBI                                      3.999             13,78 %
FORZA VITTORIA                                              447               1,54 %
PARTITO SOCIALISTA ITALIANO                  1.180               4,07 %
QUADRIFOGLIO                                             1.118               3,85 %

Le operazioni di spoglio si sono concluse solo nel tardo pomeriggio poco dopo le 18.00. Per la cronaca da segnalare la notizia dell'elettore che avrebbe votato due volte in due diverse sezioni di Scoglitti. Prima avrebbe espresso il suo voto nella sezione in cui era rappresentante di lista, poi in quella in cui era iscritto a votare. Il vittoriese, tra l'altro candidato al consiglio comunale è stato denunciato ai Carabinieri. L'uomo si è giustificato dicendo che lo scrutatore della sezione in cui aveva votato per prima gli aveva detto che il suo voto in una sezione diversa da quella in cui era iscritto non sarebbe stato valido.