San Giorgio Martire a Ragusa

Oggi è la festa dedicata a San Giorgio martire, glorioso patrono di Ragusa. Già a migliaia, in questo fine settimana, i devoti e i fedeli che hanno reso onore al santo cavaliere. Un tripudio di attenzioni nei confronti di una serie di celebrazioni a cui l’intera città resta saldamente ancorata. Ancora una volta, ieri sera, in occasione della seconda processione, è risuonato forte il grido “Truonu viva” da parte dei portatori e di tutti coloro che hanno seguito l’incedere del simulacro in mezzo alla gente che, nel frattempo, aveva affollato il cuore del quartiere barocco. Oggi, la festa, vivrà il suo capitolo conclusivo. Alle 18,30, ci sarà la solenne concelebrazione eucaristica presieduta dal vescovo della Diocesi di Ragusa, mons. Carmelo Cuttitta, e animata dalla schola cantorum parrocchiale diretta dal maestro Salvatore Tribastone, con all’organo il maestro Salvatore Guarrella. Parteciperanno le autorità civili e militari provinciali. Alle 19,30, poi, prenderà il via la solenne processione con il simulacro di San Giorgio e l’Arca Santa. Queste le vie che saranno interessate dal corteo: piazza Duomo, via Conte Cabrera, Largo Camerina, via Orfanatrofio, via delle Suore, Ten. La Rocca, Giardini, piazza G.B. Odierna, corso XXV aprile, piazza Pola, corso XXV aprile, piazza Duomo, via Capitano Bocchieri, via Ten. Distefano, via XI febbraio, via del Mercato, piazza Repubblica, chiesa Anime sante del Purgatorio, dove saranno celebrati solennemente i Vespri. Quindi la processione proseguirà per piazza Repubblica, via del Mercato, via Orfanatrofio, piazza Pola, corso XXV Aprile, piazza Duomo, sino al rientro nella Chiesa Madre di San Giorgio. Sempre oggi, da segnalare, alle 17, in piazza Duomo, la prima edizione del raduno bandistico “Ibla in musica”. Alle 21, poi, “Aspettando San Giorgio”. Sarà proposto lo spettacolo tratto da un’idea di Franco Battiato dal titolo “Opere Pupe” di e con Lucia Sardo. Al termine della processione gran finale artistico e fantasmagorico con mapping 3D eseguito da Elisa Nieli e spettacolo piromusicale eseguito dalla premiata ditta Fratelli Vaccalluzzo di Belpasso. Ieri sera il simulacro del santo, accompagnato dallo scoppio di fuochi pirotecnici, è uscito dalla chiesa di San Tommaso apostolo, accanto ai Giardini iblei, per poi percorrere in processione le strade principali di Ibla sino ad arrivare alla chiesa Anime sante del Purgatorio. Qui ha rilevato l’Arca santa contenente le reliquie di numerosi santi e beati. La processione, sia con il simulacro del santo sia con il sacro reliquiario, è proseguita per via del Mercato e per le altre zone del quartiere sino a raggiungere, a tarda sera, il Duomo. In piazza erano presenti migliaia di persone che, tra l’altro, hanno assistito all’applauditissimo concerto di Simone Cristicchi, uno dei cantautori della nuova generazione che ha riscosso grande consenso da parte del pubblico.