Scicli Busacca, Firullo si appella al Prefetto

Nulla è stato fatto per evitare la chiusura dell'Ospedale "Busacca" di Scicli e le proposte fatte in più occasioni dalla deputazione parlamentare sciclitana di fare del nosocomio sciclitano "un centro d'eccellenza sull'autismo" o un "Ospedale comunitario" non sono accettabili perchè non prendono minimamente in considerazione la salvaguardia della salute dei cittadini. A pensarla così è il portavoce di "Fratelli d'Italia- AN", Antonio Firullo che si rivolge con una lunga lettera, al Prefetto di Ragusa. Firullo chiede la sua intercessione per evitare la chiusura dell'Ospedale e mantenere almeno il servizio di Pronto Soccorso e di emergenza, servizi di cui la città non può fare a meno, perchè la salute è un diritto sancito dalla Costituzione.

Una vergogna senza confronti, evidenzia Firullo, visto che lo scorso anno la sanità regionale ha speso più di 475 milioni di euro in favore delle cliniche private che hanno curato i degenti degli ospedali pubblici, chiusi per mancanza di fondi. Appaiono insensate, dichiara Firullo, le proposte dei deputati, quando non si dispone di un servizio di primo soccorso h24 in grado di salvare la vita nei casi di necessità a quanti pagano le tasse come nel resto d'Italia. Il portavoce di FDI-AN chiede il ripristino del Pronto Soccorso, di Cardiologia, dei laboratori analisi e di radiografia. Secondo la deputazione all’Ospedale Busacca sarebbe consentito solo ciò che è riconosciuto nel Piano Sanitario Provinciale, eppure, dichiara Firullo, il “recupero e riabilitazione sull’autismo”, “l’Ospedale comunitario” ed anche la “piscina riabilitativa”, non sono previsti nel Piano Sanitario Provinciale. A Scicli manca il rispetto della “LEA” il “Livello Essenziale di Assistenza” che deve garantire la salute di tutti i cittadini e la “piscina riabilitativa” , da poco consegnata ad un privato, non è contemplata nel “LEA”.

Firullo pone al Prefetto una serie di interrogativi: Qual'è la necessità di chiudere il Busacca in favore dell'Ospedale Maggiore di Modica che ancora oggi risulta impreparato ad accogliere un bacino d'utenza già di per se molto vasto? Perché non è mai stata presa in considerazione la presenza a Scicli dell'ambulanza medicalizzata? Perchè il grande silenzio dei tre commissari straordinari che sostituendo il sindaco, dovrebbero rappresentare i tutori della salute dei cittadini e invece non sono mai intervenuti su questa problematica così delicata? Perché si vuole trasformare l'Ospedale Busacca in azienda privata come la piscina da poco data in appalto? Stiamo, forse, parlando di Imprese Sociali? Firullo si appella al Prefetto, affinché venga garantita la salute dei cittadini e inviti i Commissari straordinari al dialogo con i cittadini.