Ragusa, conclusa la XII stagione di Ibla Classica

Ha chiuso i battenti con successo la XII stagione concertistica Ibla Classica International. Tutti sold out gli spettacoli proposti che hanno visto esibirsi sul palco del Teatro Donnafugata di Ragusa Ibla artisti di fama internazionale. Con la loro musica e le loro interpretazioni hanno regalato emozioni uniche all’affezionato pubblico della manifestazione. Venti concerti, uno differente dall’altro, e ognuno con la sua particolarità e suggestione. Fra i nomi di altissimo livello che hanno calcato il palcoscenico meritano di essere ricordati i soprani Daniela Schillaci e Francesca Scaini, il sassofonista Gaetano Costa, al basso catanese Dario Russo e ancora il soprano GoncaDogan, il tenore Filippo Micale, le pianiste Violetta Egorova, JoannaTrzeciak e Anna Miernik. Grande spazio anche ai giovani emergenti che hanno avuto la possibilità di esibirsi sullo stesso palco dei grandi artisti aprendo i loro concerti. Il tutto sapientemente coordinato, come sempre, dal direttore artistico Giovanni Cultrera che anche quest’anno ha creduto fortemente nella validità del progetto investendo notevolmente in termini di risorse artistiche ed organizzative, insieme allo staff di Agimus e Quirat, per elevare sempre di più la qualità degli spettacoli in programma. “Sono molto soddisfatto di questa dodicesima stagione concertistica - ha dichiarato Giovanni Cultrera - con oltre venti concerti di stagione più i concerti straordinari. Ringrazio gli artisti internazionali di altissimo profilo che sono venuti a Ragusa da tutto il mondo e hanno interagito con le risorse artistiche locali di cui il nostro territorio è pieno. Ibla Classica International è anche un modo bellissimo di fare arte e di far conoscere in tutto il mondo le bellezze del nostro territorio”. Praticamente già pronta la prossima edizione di Ibla Classica International ed è già aperta la nuova campagna abbonamenti. La manifestazione è promossa dall’Agimus provinciale, presieduta da Marisa Di Natale, in collaborazione con l’associazione Qirat. La stagione concertistica è stata sostenuta dal Senato della Repubblica, dalla Regione e da sponsor privati come Angelo Vini e Affini che ha curato alla fine di ogni spettacolo il “Dopoteatro Cocktail”.