Trivelle a Scicli?

Fa già discutere il deposito presso il Ministero dell'Ambiente di un progetto per la ricerca di idrocarburi su una superficie di 7000 ettari che comprende anche la città di Scicli. A segnalare il deposito è la Segreteria della Campagna "Stop devastazioni". Secondo quanto risulta dal sito dell'associazione, l'area di ricerca è parte del permesso di ricerca Scicli, ampio 9.600 ettari, assegnato fino al 29 maggio del 2021 alla società "Irminio" e adesso presso il Ministero dell’Ambiente è stato depositato il progetto per la procedura di valutazione di Impatto Ambientale. Fino al 17 luglio 2016 ci sarà tempo per formulare e inviare le osservazioni da parte di enti e cittadini. Da una prima lettura emerge che le attività di ricerca verrebbero svolte con il sistema del Vibroseis, una serie di camion che producono onde elastiche attraverso pesanti piastre che battono sul terreno. "Stop devastazioni" rileva che nello studio si presentano le attività collegate al mondo degli idrocarburi come di “interesse strategico“, ma la norma è cambiata con la legge di stabilità 2016.