Il giornalista tedesco Kreiter a Modica

Johann Nobert Kreiter è un giornalista tedesco di 67 anni, da tempo costretto in una sedia a rotelle, che sta girando in lungo e in largo la Sicilia, da solo a bordo della sua automobile, appoggiandosi ai Kikki Village resort, i quattro stelle d’Europa progettati e realizzati secondo criteri internazionali di piena e totale accessibilità.
Kreiter, nella sua tappa modicana, è stato accolto ieri a Palazzo San Domenico dal sindaco, Ignazio Abbate e dall’assessore ai Servizi Sociali, Rita Floridia, presente il presidente del Consorzio turistico di Modica, Francesco Frasca Polara.
Con l’ausilio di un’interprete ha visitato la città e il suo territorio, come del resto ha già fatto a Palermo, Trapani, Marsala, Agrigento, Aidone, Barrafranca, adesso Modica e poi ancora Viagrande, Catania, l’Etna e infine Taormina.
Il suo compito è quello di raccontare i luoghi dell’isola e le accessibilità ai diversamente abili (si tratta dell’ 8 per cento della popolazione mondiale che viaggia) negli spazi dedicati alle visite turistiche e culturali e anche all’enogastronomia. Narrerà la sua esperienza attraverso i giornali on line e una rivista tedesca trimestrale dove Kreiter pubblica i suoi report (peraltro ha vinto diversi premi nazionali per i suoi racconti sui luoghi del turismo e delle accessibilità).
“Siamo stati ben lieti di avere incontrato Johann Kreiter, commentano il sindaco e l’assessore Rita Floridia, un giornalista che quotidianamente si spende per la garanzia di un turismo sempre più accessibile. Durante il nostro incontro abbiamo avuto modo di confrontaci e discutere sulle varie problematiche che qualsiasi disabile incontra durante un ipotetico viaggio e su possibili buone prassi (a volte anche semplici ) per permettere l’ accesso ai servizi turistici per i diversamente abili. L’amministrazione ha posto centrale l’esigenza dell’abbattimento delle barriere architettoniche negli edifici scolastici e nelle aree pubbliche della città e cercheremo di impegnarci sempre più per migliorare e promuovere un turismo accessibile a Modica. Con Kikki Village abbiamo, peraltro sottoscritto un protocollo di intesa, determinando una sinergia convinta con una struttura per le vacanze accessibile. Lavoriamo, ogni giorno, per perseguire quell’ obiettivo di coesione sociale che lega tutte le politiche , sia locali , regionali, nazionali che europee”