Comitati OraSì a Ragusa per la campagna referendaria

Prenerà il via ufficialmente il 21 maggio la campagna per il referendum confermativo sulla riforma costituzionale del Governo Renzi. In provincia di Ragusa il comitato “OraSì” si sta preparando nella strutturazione delle sezioni cittadine in ogni comune e nell'organizzazione delle iniziative che nei prossimi cinque mesi serviranno a sensibilizzare la popolazione ai principi di partecipazione fondanti per la natura stessa del referendum. Si tratterà, infatti, di un referendum confermativo e per questo sarà importante non solo l'affluenza alle urne, ma anche comprendere e condividere le ragioni del “Sì” alle riforme sulla nostra Carta costituzionale, la cui vittoria sarà uno spartiacque tra il passato e il futuro dell'Italia, tra il bianco e il nero del Paese. Bianco: un solo ramo del Parlamento chiamato a prendere le decisioni; un governo con una maggioranza solida capace di dare garanzie sulla capacità di governare davvero; un Senato che si occupi solo delle Regioni, ridotto nei numeri e nei suoi costi, con un tangibile beneficio per gli italiani; distinzioni nette nelle competenze tra Stato e enti locali, risolvendo definitivamente le ingerenze tra queste sfere amministrative e che, in passato, hanno appesantito la struttura di governo. Insomma, dopo il referendum, con la vittoria del “Sì”, l'Italia avrà finalmente stabilità, rapidità, risparmio, trasparenza.
Nero: il passato che ci lasceremo alle spalle; lo status quo che ha reso la nostra Nazione un paese lento e incapace di progredire.
Ricordiamo che i comitati “OraSì” non sono riservati solo agli iscritti al Partito Democratico, ma sono aperti a tutti: chiunque abbia voglia di collaborare e contribuire a diffondere insieme a noi le ragioni per il “Sì”, lo può fare contattando i comitati stessi tramite le pagine Facebook di ogni città o tramite quella provinciale. 

La sfida lanciata dal premier Matteo Renzi riguardante il referendum confermativo sulle riforme costituzionali è stata subito raccolta a Ragusa da numerosi simpatizzanti ed attivisti che hanno costituito il comitato referendario per il Sì denominato “OraSiRagusa”. Sarà il comitato referendario che a Ragusa si impegnerà, pertanto, ad avviare una grande campagna di informazione e sensibilizzazione per spiegare le ragioni del Sì e i contenuti della riforma costituzionale, approvata definitivamente dalla Camera dei deputati il 12 aprile scorso. Il referendum di ottobre è, secondo il comitato "OraSiRagusa", una grande sfida di modernizzazione e di innovazione per l'Italia che continua nel grande processo di cambiamento avviato ormai due anni fa. “Stiamo parlando – dice Tony Francone, uno degli attivisti – della riforma delle riforme, con il superamento del bicameralismo perfetto, il taglio degli sprechi e delle poltrone, la revisione degli strumenti referendari e parecchio altro per un Paese che da troppo tempo aspetta di diventare più efficiente e veloce. Il comitato “OraSìRagusa” per questo vuole giocare una partita importante in città, dare il proprio contributo organizzandosi con diversi comitati sia di natura tematica che di natura territoriale”. Il comitato nasce per coinvolgere sia gli iscritti del Pd ma anche, anzi, soprattutto, i non iscritti. Si tratta, infatti, di un comitato che va oltre gli steccati del Pd, vale a dire un comitato spontaneo, inclusivo, che nasce proprio con la caratteristica di coinvolgere la cosiddetta società civile, spalancando le porte della partecipazione a tutti coloro che vogliono dare una mano per la riuscita di questo referendum confermativo di portata storica. Il comitato individuerà nei prossimi giorni i referenti e i responsabili locali e organizzerà, a breve, anche incontri di approfondimento della legge stessa. Inoltre, nascerà anche la pagina di Facebook "OraSiRagusa", ulteriore strumento di coinvolgimento e partecipazione.