Roma, a Palazzo Chigi si pensa al raddoppio del bonus bebè

A Palazzo Chigi si sta valutando il raddoppio del bons bebè. Lo rivelano fonti di palazzo sottolineano come l'ipotesi del raddoppio del bonus bebè sia, allo stato, sola una delle proposte in campo. Prioritario, sostengono le stesse fonti, è uno sguardo complessivo sugli strumenti di welfare e non una o un'altra ipotesi che, al momento, restano tali. In un'intervista a Repubblica il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha parlato di rischio di crac demografico e indicato i bonus bebè come un modo, ma non l'unico, per affrontare quella che definisce "la vera emergenza italiana". Costa, rafforzare bonus bebè misura chiave per crescita - "Potenziare e rafforzare il bonus bebè rappresenta la direzione giusta e una misura-chiave per riavviare il motore delle nascite in Italia". Così il Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, con delega alla Famiglia, Enrico Costa. "Non possiamo permettere - dice Costa - che il nostro diventi un Paese di coppie senza figli o di figli unici. Le coppie chiedono chiarezza sulle risorse su cui possono contare. Uno Stato amico delle famiglie garantisce delle certezze, con cifre e scadenze precise". "La coperta è corta - osserva ancora il ministro - ma la famiglia è la priorità e le risorse vanno trovate. Ecco perché oggi, nel giorno in cui nel mondo si celebra la Giornata internazionale delle famiglie, voglio lanciare il grande "Patto con le famiglie": perché ogni euro che mettiamo o lasciamo in tasca alle famiglie, nell'ambito di un quadro di misure chiare e organiche, ritorna allo Stato in termini di nuove nascite, spinta propulsiva, consumi, crescita e sviluppo del Paese". (Agenzia)