Un mini robot per i problemi di pancia

Un piccolo robot ad alto contenuto tecnologico per risolvere alcuni dei problemi legati al tratto intestinale tra cui la cura delle ferite interne, l’estrazione di copri estranei e la somministrazione di farmaci. Il tutto senza ricorrere a nessun intervento ma semplicemente ingoiando il mini robot come una pillola. A realizzare il piccolo e geniale robottino sono stati alcuni illustri ricercatori appartenenti al MIT di Boston, all’University of Sheffield ed all’Istituto di Tecnologia di Tokio. Si tratta di un device dalle dimensioni davvero contenuti che è stato volutamente denominato robot origami per la sua capacità di ripiegarsi in maniera intelligente raggiungendo gli angoli più remoti del nostro organismo. Una ricerca davvero considerevole che verrà esposta presso il palco della Conferenza internazionale sulla robotica e automazione (IEEE) in programma a Stoccolma per il prossimo 16 Maggio 2016. Nel complesso si tratta di un dispositivo intelligente contenuto in un package biodegradabile dotato di un piccolo magnete che gli consente di chiudersi ad origami. Una volta raggiunto l’organismo ospite il magnete genera l’apertura dell’involucro più esterno liberando il contenuto al suo interno consentendo quindi l’interazione con altre componenti esterne al sistema. Un meccanismo di alta ingegneria applicato all’ultimo stadio della miniaturizzazione. Un progetto dagli esiti ancora incerti ma che suscita l’entusiasmo della comunità scientifico sanitaria.