Ragusa "manca il servizio guide al Castello di Donnafugata"

“Ora che la stagione estiva sta per entrare nel vivo, sarebbe opportuno organizzarsi nella maniera migliore per favorire l’accoglienza dei flussi turistici che, per nostra fortuna, con sempre maggiore attenzione, scelgono la nostra città per trascorrere parte delle loro vacanze”. Lo dice la consigliera comunale di Ragusa, Elisa Marino, con riferimento a quanto accaduto qualche giorno fa al castello di Donnafugata. “L’antico maniero – aggiunge – reso ancora più celebre, di recente, grazie alle immagini proposte all’interno del film “Il racconto dei racconti” premiato, tra l’altro, ai David di Donatello, è diventato meta, negli ultimi tempi, di una attenzione straordinaria da parte dei visitatori. A fronte di ciò, però, non ci si riesce ad organizzare nella maniera migliore. Soprattutto per quanto riguarda le visite guidate che i turisti apprezzerebbero al massimo per ascoltare la storia del castello e dei personaggi che, nel corso dei secoli, lo hanno frequentato. Storia che merita di essere raccontata proprio sul posto, dando la possibilità ai visitatori di conoscere da vicino le varie sfaccettature di uno dei monumenti più apprezzati da chi viene a visitare la nostra città. Ecco perché, in aula, ho chiesto all’Amministrazione comunale di valutare la possibilità di organizzare il servizio guide, professionisti che accolgano i turisti e li accompagnino a conoscere nel dettaglio tutte le particolarità di questo gioiello architettonico di cui ci fregiamo. Parlo a ragion veduta perché nei giorni scorsi ho accompagnato alcune persone proprio a visitare il castello e mi sono accorta che questa è una delle pecche principali su cui bisognerebbe intervenire. Tutto questo perché bisogna fare in modo che il turismo di cui tanto parliamo sia concretizzato con i fatti e non solo a parole”.