Password. Renzi, la Juve e...

Cercasi Password per entrare nella testa di un’Italia sconnessa. Cosi inizia l’articolo di Marino Niola per commentare il nuovo libro di Ilvo Diamanti pubblicato da Feltrinelli.
Una sintesi di tanti argomenti che rendono il nostro presente agitato: passioni, ossessioni, repulsioni, tentazioni, emozioni, elezioni.
Le password del libro sono le parole che affiorano dalle cifre…. “l’immagine del Belpaese in cerca di coordinate”. Parole che non riescono più ad agganciare quello scivolamento collettivo che non trova alcun aggancio. Territorio, politica, etica, ideologia sono continuamente alterati e per sfuggire alle paure e all’insicurezza si corre a costruire muri.
“E’ il trionfo del pop, in politica come altrove. Perché se oggi tutto è pop – i festival, la cultura, la cronaca e perfino la criminalità - è perché sono venuti meno i confini tra realtà e reality. Politica, spettacolo, tifo calcistico, tutto si fonde e confonde”.
Le politiche sono finite, ma le divisioni si sono moltiplicate. L’unica fede che sembra avere ancora un grande seguito è quella calcistica, infatti è più facile cambiare partito che cambiare squadra. “l’elettore è mobile il tifoso no”.
L’Italia è uno dei pochi paesi al mondo dove ci si scontra, anche duramente, sulle regole elettorali (sono quasi quarant’anni che sento parlare di leggi elettorali e di riforme istituzionali) e si parla poco dei risultati.
In questo contesto di alienazione collettiva “A salvarsi dal naufragio generale è il Papa. Molto più amato della Chiesa stessa. Otto italiani su dieci hanno fiducia in lui. Francesco si che è connesso. Forse perché, come ha detto nella parabola del cellulare, il suo telefonino ha sempre campo. Sfido io, l’operatore è Dio!”
Pietro Storniolo