Reggio Emilia, arrestata banda delle rapine alle banche

Una banda che si spostava da Napoli al nord Italia per compiere rapine in banca, sempre con le stesse modalità è stata sgominata dai carabinieri di Campagnola Emilia. Secondo l'indagine condotta dai militari la banda agiva sempre allo stesso modo ovvero sequestrava prima i dipendenti e i clienti, riuniti in un ufficio e guardati a vista fino all'apertura della cassaforte temporizzata. Nella banda formata da quattro persone, anche una donna, in un caso impiegata fuori dell'istituto di credito preso di mira per dirottare i clienti in arrivo, col pretesto di un guasto alla porta di entrata. Le indagini dei carabinieri, grazie a impronte digitali rilevate sul posto e alle immagini delle telecamere di videosorveglianza, sono partite da un colpo da 100 mila euro messo a segno nel reggiano nel maggio 2015,ai danni della filiale del Monte Paschi di Siena di Rio Saliceto (Re). I quattro sono stati arrestati su ordinanza di custodia cautelare per rapina aggravata. La banda e' accusata di una decina di colpi 'fotocopia' in banca - tra il 2014 e il 2015- ai danni di istituti di credito tra la Lombardia e l'Emilia Romagna.