Marina di Ragusa, Insieme "tutelare fortino di guerra"

Un nuovo intervento su Marina di Ragusa. E' quello del Movimento politico Insieme che prendendo spunto dalle sollecitazioni ricevute dall’Associazione Lamba Doria che ha in Salvatore Marino il referente. Il gruppo Insieme chiede chiarimenti all'Amministrazione comunale sull'area a ridosso di via Ammiraglio Rizzo, di fronte all'ex camping villa Nifosi dove insiste una trincea risalente alla seconda guerra mondiale ed i resti di un piccolo casolare che sarebbe stato adibito a polveriera/deposito munizioni del regio esercito italiano nel periodo bellico. L'area in questione è recintata ed oggetto di lavori di urbanizzazione. Il Gruppo Consiliare Insieme, che è formato da Angelo La Porta, Maurizio Tumino, Elisa Marino, Peppe Lo Destro e Giorgio Mirabella, dice che dalle norme tecniche di attuazione del Piano regolatore generale del comune di Ragusa si evince in modo chiaro la tutela di tutti quei manufatti: fortini, trincee, colombaie e postazioni militari in genere risalenti fino al periodo 2° guerra mondiale, sparsi in tutto il territorio comunale e su essi sono consentiti solo interventi manutentivi o di restauro nella logica della assoluta conservazione. Il gruppo Insieme chiede all'Amministrazione Comunale come mai nel contesto dei lavori di urbanizzazione in corso, non è stato salvaguardato questo sito? si è ancora in tempo per provvedere a tutto ciò, anzi visto l'impegno assunto da questa amministrazione circa un anno fa, prima in 6° commissione e successivamente su un ordine del giorno approvato in consiglio comunale, affinché tutti questi siti oltre al recupero ed al mantenimento, dovevano essere inseriti nella programmazione turistica del comune di Ragusa per una promozione del territorio. Ad oggi nulla di tutto ciò.