Ragusa, sesta Marathon Parco degli Iblei

Cresce l’attesa per la sesta edizione della Marathon Parco degli Iblei di ciclismo in programma il 21 e il 22 maggio a Ragusa. Continuano a fioccare le adesioni per una manifestazione che unisce le difficoltà di carattere tecnico a un paesaggio straordinario. L’organizzazione, curata dall’Asd Bike & Co, sta curando nella maniera migliore la logistica per fare in modo che non ci siano sbavature di alcun tipo e che l’evento sportivo possa essere caratterizzato da un sano agonismo che in occasioni del genere concede parecchio anche allo spettacolo. Del resto, la partecipazione di nomi di richiamo dovrebbe servire a innalzare, e di parecchio, il livello qualitativo dei partecipanti. La gara è in programma la domenica mentre, nella giornata di sabato, oltre alle iniziative legate al progetto Icaro della Polstrada, ci sarà spazio anche per la dimostrazione di numerose altre discipline sportive. A sostenere la manifestazione, con il proprio patrocinio, anche il Comune di Ragusa. “Crediamo molto in iniziative di questo tipo – dice l’assessore allo Sport, Massimo Iannucci – perché, oltre a richiamare numerosi concorrenti, hanno una ricaduta non da poco sul fronte della valorizzazione dei nostri meravigliosi posti, con scenari paesaggistici e monumentali unici che, non a caso, rimangono impressi nella memoria di tutti i visitatori. Sono certo che sarà così anche stavolta. Forniremo il nostro sostegno agli organizzatori per consentire la migliore riuscita di un altro evento sportivo destinato a dare lustro alla nostra città”. La kermesse è inserita nel calendario delle marathon e delle granfondo di Coppa Sicilia della Fci e si svilupperà su un tracciato molto suggestivo che permetterà ai concorrenti di ammirare le peculiarità del paesaggio. Dopo la partenza alle 9,15 da piazza Libertà, il via vero e proprio sarà dato nella zona del torrente del Mastratto dove la carovana di ciclisti si trasferirà nel frattempo. Sono 72 i chilometri che i partecipanti dovranno sostenere per la marathon, 48 per la granfondo mentre ci sarà anche il tracciato di trenta chilometri per gli escursionisti.