La M5S Lorefice lamenta silenzio su EndoMarch

Il totale silenzio riservato dal servizio pubblico televisivo alla manifestazione mondiale EndoMarch e il non ancora avvenuto inserimento della endometriosi nei Lea nonostante le promesse della ministra della Salute Beatrice Lorenzin, sono oggetto di una nota della parlamentare nazionale del Movimento 5 Stelle Marialucia Lorefice. Nella sua qualità di membro della Commissione Affari Sociali, la Lorefice lamenta che “la Rai ha dimenticato di parlare di EndoMarch, un evento mondiale, che anche a Roma si è tenuto il 19 marzo. Una giornata importantissima per milioni di donne affette dall’endometriosi. Oggi, la Rai risponde all’interrogazione presentata dal M5S alla Vigilanza Rai per comprendere le ragioni di tale silenzio, dicendo che negli anni ha parlato della patologia, in altre e più occasioni, e che del caso sarà informata la struttura editoriale”. Ma, prosegue la parlamentare grillina iblea, “prendiamo atto del fatto che il servizio pubblico si è occupato della patologia, ma non si comprende come sia possibile non dare la giusta importanza alla marcia mondiale che si è svolta nella capitale italiana in contemporanea ad altre 49 capitali nel mondo. Non una parola da parte della Rai in merito”. Allo stesso modo, afferma sempre la Lorefice “nulla dalla Rai è venuto fuori riguardo alla promessa della Lorenzin la quale, nella medesima giornata, sempre a mezzo social, ha dichiarato che la patologia è stata inserita nei LEA. Un servizio pubblico serve soprattutto ad informare ma anche a sensibilizzare. Cosa che, in questo caso, la Rai non ha fatto. Vogliamo più attenzione su questi temi. Per quanto concerne l’inserimento nei LEA dell’endometriosi, dato che del presunto decreto citato dal Ministro non si è saputo nulla, attendiamo la nostra mozione già calendarizzata per maggio, sarà il banco di prova per vedere se la Lorenzin confermerà quanto detto o sarà stata solo l'ennesima presa in giro”. (da.di.)