A Scicli il jazz di Anita Wardell e Urban Fabula

Sabato sera a notte inoltrata si è concluso il concerto di ‘Anita Wardell & Urban Fabula’, andato tutto esaurito anche nella sessione extra delle 19.00. Vie Note quest’anno ha invitato diversi artisti non italiani, con l’intento di indagare il panorama internazionale e in alcuni casi farlo dialogare con i nostri migliori musicisti. Ieri sera, infatti, la grande armonia instaurata tra il ‘vocalese’ di Anita Wardell e il calore degli Urban Fabula, assolutamente inedita, ha offerto spunti di contaminazione tra gli artisti e creato slanci e dialoghi fuori programma, tipici dell’improvvisazione del grande Jazz. Un concerto cominciato in un clima brillante, con Antonio Sarnari di Quam che ha presentato la serata con una lente degli occhiali coperta con una ‘x’ di plastica nera, dicendo: “scusate ma ho una trivella che mi copre la vista… ma non vi preoccupate domani riporrò questa ‘x’ al suo posto”; e poi Peppe Tringali, batterista degli Urban Fabula, che si è messo a suonare il pianoforte e si è scambiato di posto con Seby Burgio, pianista del gruppo. Alberto Fidone contrabbassista degli Urban Fabula e curatore della rassegna ‘Lo Spettacolo del Jazz’, persona di alto spessore artistico e morale, ha evidentemente raccolto attorno a sé persone, musicisti, collaborazioni e un pubblico di affezionati che mostra una personalità simile, che si diverte a suonare e ad ascoltare e che, quindi distingue i suoi concerti e questa rassegna da tante altre. Se n’è accorta Anita Wardell, che ha chiuso la serata commossa dal pubblico che l’ha applaudita per diversi minuti in piedi. A Scicli la cantante londinese, una delle maggiori figure mondiali del ‘vocalese’, ha regalato interpretazioni dei grandi classici e divagazioni creative, comprese le improvvisazioni nate dal dialogo, di grande spessore artistico, con i siciliani di Urban Fabula. Un concerto che rimarrà nei cuori dei circa 200 ascoltatori che sono riusciti a trovare posto; un pubblico quello di Vie Note, che sembra aver apprezzato si dal primo anno de ‘Lo Spettacolo del Jazz’ e quest’anno in particolare, avendo fatto registrare, per il terzo concerto di fila della rassegna, un sold out con diversi giorni di anticipo, così come già sembra probabile per il concerto del 30 aprile, per l’International Jazz Day, dato che già ora sono rimasti pochi posti disponibili.
Sabato 23 aprile si prosegue con una serata diversa, una Jam Session in puro stile ‘City Club’, in cui con un biglietto d’ingresso (ridotto a 10 euro), Vie Note offrirà un simpatico “Jazz Bag”, con un aperitivo drink&food, per ascoltare la rotazione dei tanti musicisti che seguono la rassegna e che in questa serata daranno sfogo alle loro più energiche performance. Una lunga serata all’insegna dello scambio e dell’improvvisazione.
Per informazioni e prenotazioni sui concerti di Vie Note risponde Quam allo 0932 931154, la galleria è aperta al pubblico tutti i giorni tranne il lunedì, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00, la domenica e i festivi dalle 17.00 alle 20.00. L’ingresso ai concerti è a pagamento ed è consigliata la prenotazione gratuita, anche per telefono.