Trenitalia Ragusa, nuovi collegamenti

Nuovi collegamenti tra Modica e Caltanissetta Xirbi, in coincidenza con i Catania-Palermo, e la possibilità di fermate alla stazione di Donnafugata allo studio da parte di Trenitalia. Sono queste le due importanti novità riportate a casa dalla delegazione iblea dei pendolari che ha preso parte al periodico incontro tra la Direzione regionale di Trenitalia, l’Assessorato regionale alle infrastrutture e ai trasporti e i comitati pendolari siciliani, svoltosi lo scorso lunedì a Catania. Gli esponenti del comitato pendolari hanno appreso che il documento inviato dal Comune di Ragusa il 23 dicembre 2015, elaborato assieme alla CUB Trasporti e al comitato pendolari ibleo, è stato valutato positivamente sia da Trenitalia che dall’assessorato regionale, e che le modifiche orarie proposte verranno attuate in coincidenza con l’entrata in servizio dei treni Modica-Caltanissetta Xirbi. Nel documento infatti si proponeva una rimodulazione degli orari sulla tratta Siracusa-Ragusa-Gela; ovvero, recuperando i km/treno derivanti dall’eliminazione di una delle quattro coppie dei nuovi treni Modica-Caltanissetta Xirbi, si sarebbero potuti rimettere in servizio i treni pendolari soppressi negli anni scorsi, superando uno stato generale di inefficienza, e immettere anche delle corse che a Vittoria avessero la coincidenza con gli orari dei voli dell’aeroporto di Comiso. Un appunto negativo invece il comitato pendolari lo rivolge al Comune di Ragusa cui la decisione sarebbe stata comunicata dallo stesso assessore regionale, anche se dal Comune non è stata data una informazione in merito. L’altro motivo di soddisfazione deriva dal fatto che a Trenitalia stanno valutando di far fermare i treni a Donnafugata, vista anche la quantità di richieste di comitive che chiedono di poter utilizzare il treno per visitare il castello e il suo parco. Tra gli altri argomenti proposti dai comitato pendolari anche quello di risolvere il problema dei furti di nafta a Gela durante la sosta notturna che proprio per tal motivo è stata eliminata, in attesa del debutto delle nuove corse da e per Xirbi, previsto per ottobre, quando la linea Gela-Canicattì dovrebbe essere riaperta. Ad apertura dell’incontro sia il direttore di Trenitalia, ing. Mancarella, che la dottoressa Madonia dell’assessorato avevano chiesto collaborazione per migliorare il trasporto regionale. Infine un cauto ottimismo nelle conclusioni del comitato pendolari secondo cui “quanto emerso dall’incontro di Catania, se sarà seguito dai fatti, potrà essere l’occasione tanto attesa per far ripartire il trasporto su rotaia nella Sicilia Sud Orientale, una terra che si muove tanto, ma che non ha alternative al gommato, per cui se si incrementerà l’attenzione e la pressione sulla questione ferroviaria, è possibile che entro la fine dell’anno potrà arrivare l’auspicata inversione di tendenza”. (da.di.)