Trattamento rifiuti: Scicli non ci sta

Fanno ancora discutere a Scicli, le cinquantasette pagine con le quali l'Assessorato regionale dell'Energia e dei Servizi di pubblica utilità ha decretato l’autorizzazione Integrata ambientale, per la realizzazione e gestione di un impianto denominato “ampliamento dell’attività di gestione dei rifiuti della piattaforma di trattamento e di rifiuti pericolosi e non, in contrada Cuturi ed in variante dello strumento urbanistico”. In queste ore si registrano nuovi interventi e tra questi quello dell'onorevole Orazio Ragusa e del Circolo cittadino del PD. Quest'ultimo, in un comunicato stampa, evidenzia l'ingiustificato silenzio dei Commissari ed annuncia che facendosi portavoce di molti cittadini, terrà alta l'attenzione, senza minimizzare la questione che qualcuno vorrebbe far passare come semplice attività di imprenditoria locale. Per questo saranno organizzati incontri utili a capire cosa è stato autorizzato nel 2015, poco dopo lo scioglimento del Consiglio comunale, ribaltando le decisioni assunte in precedenza dalla Giunta Venticinque e dalla giunta Susino, che avevano già espresso pareri negativi sulla piattaforma per rifiuti speciali.

Altrettanto attento di preannuncia il parlamentare regionale On. Orazio Ragusa che presto si recherà presso le autorità competenti regionali e locali, per acquisire tutte le informazioni necessarie alla tutela del patrimonio paesaggistico sciclitano che, nell'ultimo anno, ha fatto registrare un notevole incremento di presenze turistiche.