Malattie croniche, ne soffro 4 italiani su 10

Assistenza domiciliare e riabilitazione. E' la situazione in cui sono costretti a vivere quattro italiani su dieci che convivono con una malattia cronica. E' quanto emerge dal XIV Rapporto sulle politiche della cronicità del Coordinamento delle Associazioni dei malati cronici di Cittadinanzattiva, dal titolo 'La cronicità e l'arte di arrangiarsi'. Presentata a Roma, l'indagine è basata sui dati di 38 associazioni di pazienti. Le malattie sono ipertensione, artrite, osteoporosi, bronchite cronica, diabete e spesso sono croniche e in comune. Il 76% delle associazioni mette in evidenza criticità legate ai tagli alla sanità: il 70% afferma che la riduzione del personale nei centri specialistici ha avuto effetti immediati sulle liste di attesa; il 45,7% denuncia la riduzione delle ore di riabilitazione; una su tre riscontra la mancanza assoluta di servizi alternativi sul territorio. Grandi lacune si registrano nell'assistenza domiciliare: più di una associazione su due (53%) la ritiene inadeguata, in particolare per le poche ore di assistenza erogate. Lasciato sempre più solo il cittadino è costretto spesso a dilapidare i risparmi per curarsi. Ad esempio si spendono in media 20.000 euro per la badante, 5.000 per adattare l'abitazione alle esigenze dettate dalla disabilità, 10.000 per protesi e ausili non riconosciuti, 2.000 in parafarmaci.