Modica, sequestrato immobile abusivo

Immobile sequestrato e proprietaria ed esecutore delle opere denunciati. E’ stato il Nucleo Operativo di Polizia Edilizia della polizia locale a porre in essere l’indagine che ha portato ad accertare che i due, un 67enne e la figlia 25enne, avevano dato corso a recenti lavori edili abusivi in zona sismica soggetta a vincolo paesistico, il primo quale dei lavori edili abusivi condotti in economia, e la seconda nella sua qualità di proprietaria – committente delle opere consistenti nella realizzazione di un fabbricato da destinare a civile abitazione (ancora allo stato rustico), costituito da piano terra e copertura a tetto su fondo agricolo di proprietà della stessa, in Contrada Zappulla.
Il Nope all’interno dell’immobile era depositata una pila di laterizi allo stato grezzo (mattoni forati) e la superficie risultava suddivisa da tramezzature, erette fino ad un’altezza di 3 metri circa.
Nel corso dei rilievi eseguiti in loco e dai successivi accertamenti d’ufficio, è emerso che l’opera edilizia abusiva era stata verosimilmente realizzata nel periodo compreso tra la fine dell’anno 2013 e la prima metà del 2015.