Raccolta differenziata in calo a Comiso

La raccolta differenziata a dicembre 2015 ha registrato un calo pari al 20%. Lo denuncia il consigliere comunale di Comiso Giorgio Assenza. "I dati inizialmente positivi, a metà dicembre 2013 si era registrata una percentuale del 45%, ora sono in calo. Questi dati - commenta Assenza - rispecchiano una realtà visibile a occhio nudo: a fronte di bollette pesanti per gli utenti, una gestione precaria e confusa da parte di un'amministrazione comunale più attenta a sollecitare assunzioni che a vigilare e ottimizzare il servizio. Saltano agli occhi le più o meno recenti assunzioni di nuovo personale, scelto rigorosamente tra dirigenti di partito e consiglieri comunali e di 7 nuove unità con contratti part time a 3 ore. Naturalmente, nulla da eccepire su eventuale necessità di ulteriore personale, ma non ha senso assumere nuove unità se, come nella fattispecie della ditta che gestisce il servizio a Comiso, si hanno in forza 15 unità con contratti part time a 4 ore che potrebbero essere assunte a tempo pieno.Auspichiamo - conclude il deputato ibleo - una razionalizzazione del servizio volta a migliorare le condizioni igieniche della città e della frazione di Pedalino, in vista della nuova assegnazione del servizio, di cui sollecitiamo l’immediata pubblicazione, più trasparenza nelle assunzioni e una più funzionale gestione del servizio di cura e pulizia delle aree verdi che la ditta fornisce, non si capisce come, gratuitamente, senza nessun costo aggiuntivo". E sull'intervento del consigliere Assenza arriva la replica dell’assessore Vittorio Ragusa.  “Sarei curioso di sapere da dove e da chi Assenza attinge dati e informazioni relative alle percentuali di raccolta differenziata. Da quanto afferma però,  - dice l'assessore Ragusa - temo che non attinga da alcuna fonte ufficiale, perché sarebbe grave far “dare numeri”, peraltro inesistenti, agli organismi preposti a raccogliere dati sulle percentuali. Ad esempio, uno di questi organismi ufficiali è l’ Ato Ambiente che giusto a fine 2015 e ad appena due mesi dall’inizio del 2016, ha reso pubblici questi dati su 12 comuni iblei. Guarda caso, il Comune a percentuale di differenziata più alta, è risultato essere Comiso con il 35% a fine 2015, e quasi al 39% a febbraio 2016. Altra cosa di rilevante inesattezza, è stata la dichiarazione del consigliere su assunzioni fatte dalla ditta e “addebitate” a questa amministrazione. Tanto per chiarire. Le assunzioni vengono decise dalla ditta che si occupa della raccolta, non dall’amministrazione. A questo punto allora, sorge il dubbio, legittimo, che in passato si sia operato in maniera diversa. Infine, approfitto per alcune anticipazioni importanti, perché il tempo per noi è prezioso e non vogliamo sprecarlo ulteriormente per smentire fandonie acclarate e dimostrate. Il piano ARO ( Area di Raccolta Ottimale ) è stato approvato a Palermo ed a breve sarà portato in Consiglio comunale. Il piano prevede un risparmio che oscilla dal 13 al 18% che, in soldoni, farà risparmiare ad ogni nucleo familiare da 70 a 90 euro. In consiglio anche il quadro economico,  - conclude l'assessore Assenza - il regolamento degli ecopunti e il nuovo regolamento sul Centro Comunale Raccolta ( CCR ). Per cui, si tranquillizzi Assenza, anzi mi auguro che sarà presente in aula consiliare quando affronteremo questi punti”.

(Foto repertorio)