La Pallamano Ragusa batte il Girgenti

Vittoria doveva essere. E vittoria è stata per la Pallamano Ragusa che continua a coltivare il sogno del salto di categoria nella serie superiore, l’A2. Sabato sera, sul campo del Girgenti, il sette allenato da Danilo Scalone si era proposto con un organico a mezzo servizio. Nonostante tutto, però, ce l’ha fatta a condurre in porto la gara sino alla fine, imponendosi con il risultato di 27-18 (mentre il primo tempo si era concluso con il punteggio di 14-8 sempre per i ragusani). La partita era cominciata sotto tono da entrambe le parti. Di fatto, dopo ancora 5 minuti dall’inizio, il tabellone segnava il punteggio di 3-3. Dopo questa fase di relativo stallo, i reusini hanno cominciato a premere sull’acceleratore e non l’hanno più mollato per i successivi minuti di gioco. “È stata – commenta il tecnico Scalone – una partita molto energica con il Girgenti che di certo non si è risparmiato, dando vita a falli per certi versi pericolosi e poco consoni. Di contro, anche noi abbiamo dovuto adeguarci a questo andazzo, facendo falli un poco più pesanti del nostro solito, ma distinguendoci sempre, comunque, per correttezza agonistica”. Quasi all’inizio del secondo tempo, con il punteggio di 22-10 per i ragusani, viene comminato un cartellino rosso, quindi espulsione, per somma di due minuti, al terzino Marco Ottaviano. “Già in pochi e con assenze importanti – spiega ancora l’allenatore dei ragusani – non poteva capitarci cosa peggiore. Ma non ci siamo scoraggiati vista l’importanza della posta in gioco e abbiamo continuato a darci dentro. Tutti quanti si sono dimostrati all’altezza della situazione (a 10 minuti dalla fine sono entrati addirittura tre dei giocatori che solitamente siedono in panchina) e di errori ce ne sono stati pochi”. Tra i migliori realizzatori della Pallamano Ragusa Salvatore Girasa con 9 reti e Giorgio Noto con 6. Ottime prestazioni anche dei due portieri, Javier Anzaldo e Davide Schembari, che hanno concesso ben poco. Il presidente Giuseppe Girasa esprime la propria soddisfazione per l’esito dell’incontro: “Sono contento e orgoglioso di questo gruppo. Anche se abbiamo passato un periodo buio, ci siamo rialzati nel momento giusto. Sono stati chiamati a far bene e l’hanno fatto. Complimenti anche a chi ha avuto meno spazio nelle partite precedenti. Una volta coinvolti nel momento del bisogno, hanno saputo svolgere al meglio il proprio dovere”. La Pallamano Ragusa, dopo la pausa pasquale, scenderà in campo sabato 2 aprile, a Messina, contro una delle corazzate del campionato, per una gara che per molti versi potrebbe rivelarsi decisiva.