In Sicilia arriva Rivoluzione Cristiana

Berlusconi a Palermo? "È una coincidenza che siamo qui entrambi, ma è una conferma che agiamo sempre in telepatia". Il ritorno di un'intesa tra Fi e Alfano? "Non so se sarà pace, ma la Sicilia può essere contenta di esprimere un bravo ministro degli Interni". Alle prossime Amministrative? "Ci presenteremo con le nostre liste, anche se ci sono casi in cui sosterremo candidati frutto di accordi. Le affinità saranno sui contenuti di solidarietà e vicinanza agli ultimi". Gianfranco Rotondi - deputato di Forza Italia e presidente di Rivoluzione Cristiana - è intervenuto così a Palermo per presentare la sua nuova creatura politica, Rivoluzione Cristiana, e lanciare la propria lista in vista delle prossime amministrative per il capoluogo di regione. "Elena Saviano (attuale commissario regionale del movimento) potrebbe essere il nostro candidato sindaco di Palermo per le amministrative 2017 - ha spiegato Rotondi -. Sarebbe interessante un'esperienza diretta di Rivoluzione Cristiana che proponga una propria lista con a capo una donna che sfidi sul piano delle novità le altre forze politiche". Tra i passaggi del suo intervento all'Hotel Wagner uno dedicato proprio al rapporto storico tra la Sicilia e la Dc. "Rivoluzione cristiana nasce lungo il grande letto del fiume democristiano che qui era poderoso perché la Sicilia e la storia della Democrazia Cristiana sono fortemente intrecciate. Qui tutti sono stati democristiani. E molti lo sono ancora. Ci faremo conoscere, non pensiamo di essere subito un partito di massa. Nasciamo adesso. Mi aspetto molto dalla Sicilia e la curerò personalmente".