Salute, in aumento l'abbuffata alcolica

Aumentano sempre più le abbuffate alcoliche a stomaco vuoto per sballarsi. Lo rivela una relazione del Ministro della salute al Parlamento. Dalla statistica emerge che negli ultimi 12 mesi sono stati circa 3,3 milioni di italiani. La maggior parte sono adolescenti maschi ma non mancano anche i giovanissimi che lo fanno già tra gli 11 anni e i 17 anni, fascia di età in cui la somministrazione di alcol è vietata per legge. Nel 2014, anno a cui si riferiscono i dati Istat riportati dalla relazione, il 10% degli uomini e il 2,5% delle donne con più di 11 anni hanno dichiarato di aver consumato 6 o più bicchieri di bevande alcoliche in un'unica occasione almeno una volta negli ultimi 12 mesi (pari quindi a 3,3 milioni di persone). Tra 11 e 15 anni a farlo sono poco più dell'11% senza troppe differenze di sesso. Mentre tra i 15 e i 17 salgono a 7,4% tra i ragazzi e 4,6% tra le ragazze. La percentuale maggiore si registra tra i 18-24enni, fascia di età in cui dichiara di farlo il 21% dei maschi e il 7% delle femmine. Le bevute esagerate  sono un fenomeno che superata l'età critica diminuiscono per raggiungere i valori minimi nell'età anziana.