Ragusa, Spadaro incontra Berlusconi a Palermo

Nel corso della due giorni del 18-19 Marzo 2016, organizzata da Forza Italia per la visita del Presidente Berlusconi a Palermo, la dott.ssa Valentina Spadaro, Dirigente Regionale Forza Italia Giovani e Coordinatrice Provinciale dei Club Forza Silvio, ha incontrato il Presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi.
Durante l'intenso incontro tra il Presidente Berlusconi e la dott.ssa Spadaro, la dirigente regionale dei giovani di Forza Italia ha avuto modo di presentare al leader del suo partito i lavori finora svolti dalla stessa sul territorio, l'impegno personale e i progetti futuri imminenti, la dottoressa ha parlato delle enormi potenzialità che caratterizzano la provincia di Ragusa e che purtroppo per alcuni gap infrastrutturali, come la mancanza dell'autostrada Ragusa-Catania, per citare un esempio, si fatica a collegare Ragusa al resto della Sicilia con danni a persone e all'economia del nostro territorio.
Il Presidente Berlusconi si è detto colpito ed entusiasmato dalla grinta e la grande passione della dott.ssa Spadaro ed ammirato del fatto che da farmacista ha deciso di fare politica non per mestiere ma per servizio a servizio della propria gente, le ha rivolto parole di stima e di apprezzamento per i modi ed i metodi con i quali ha svolto le sue attività e si è detto certo di poterla avere sempre più protagonista in uno scenario futuro.
La dott.ssa Spadaro, ha preso parte alla manifestazione svoltasi in un Politeama stracolmo di deputati, dirigenti, amministratori, militanti e simpatizzanti di Forza Italia dove l'entusiasmo mai perso degli inizi, la voglia di fare e la passione sono stati i protagonisti insieme al suo leader, Silvio Berlusconi, che ha ribadito l'importanza di poter tornare al voto ed avere finalmente un Presidente del Consiglio dei Ministri eletto dal popolo e non un "abusivo" come Renzi, così definito da Berlusconi nel corso della manifestazione di sabato mattina, ha presentato il programma con il quale Forza Italia si presenterà a chiedere il consenso degli elettori, specie di coloro che in questi anni si sono detti disillusi dalla politica, con l'abolizione della tassa di successione, dell'Imu agricola, della pensione alle mamme che per mestiere accudiscono le case, di più sicurezza nelle nostre città e della non più rinviabile riforma della giustizia, perchè se è vero com'è vero che tutte queste cose sono essenziali per vivere, allora è altrettanto necessario andare a votare e fare in modo che tutto ciò si possa realizzare. Forza Alziamoci, il Futuro è Aperto Entriamoci.