Ragusa, riattivati servizi agli studenti disabili

Ha atteso la riattivazione, da lunedì scorso 14 marzo, del servizio di trasporti e assistenza scolastica per gli studenti disabili delle scuole superiori di secondo grado, gestite dal Libero Consorzio di Ragusa, il comitato Pro Diritti H per dare la sua lettura, certamente la più legittima, di quanto avvenuto nelle scorse settimane. Infatti il 1° marzo il servizio era stato sospeso per la totale mancanza di fondi da parte dell’ex provincia regionale; il 7 l’esasperazione delle famiglie degli studenti che fruiscono di tali servizi era culminata in una giornata di protesta con corteo, organizzato dal Coordinamento Pro diritti H di Ragusa e dal Forum Terzo Settore, che dopo aver attraversato il centro cittadino di Ragusa, si era concluso davanti al Palazzo di Governo dove c’era stato l’incontro di una delegazione con il prefetto Maria Carmela Librizzi. Nel frattempo a Palermo si era assistito alla frenetica ricerca di una soluzione finanziaria che sanasse la vergognosa situazione. Soluzione che era stata trovata nell’autorizzazione al Libero Consorzio Ibleo di utilizzare fondi (9 milioni) appostati in Finanziaria anche per rispondere alle emergenze. E dunque ora il Comitato Diritti Pro H esprime la propria soddisfazione ma togliendosi qualche sassolino dalla scarpa. Infatti afferma “in tanti si sono assunti la paternità di questa vittoria. Una vittoria che, ci teniamo a sottolinearlo, è frutto dell'impegno e della determinazione dei genitori, dei familiari e degli stessi disabili. Vogliamo quindi ringraziare loro, che si sono battuti fermamente a difesa del diritto allo studio per tutti”. E tuttavia mettendo la mani avanti affermano “adesso però non staremo a braccia conserte e già da subito ci metteremo a lavoro, assieme ai familiari dei disabili, per fare in modo che a settembre non si riproponga lo stesso problema di sempre. Contatteremo associazioni e comitati che nelle altre province si sono intestati la nostra stessa battaglia e chiederemo un incontro con gli assessori regionali alle Autonomie locali e al Bilancio per chiedere che si pensi da subito, molto prima dell'inizio del prossimo anno scolastico, di stanziare le somme necessarie per garantire alle ex Province di attivare i servizi per gli alunni disabili sin dal primo giorno di scuola”. Il Comitato Pro Diritti H è composto da enti impegnati a sostegno dei disabili e dei loro familiari su tutto il territorio ragusano: Csr (Consorzio Siciliano di Riabilitazione), Aias, Anffas iblee, Centro Neuromotulesi, Aiffas Vittoria, Medicare, Unione italiana ciechi, Noi con Voi di Comiso, Raggio di Sole Onlus, Associazione Integra e Arthai. (da.di.)