Ragusa, nuova farmacia nella zona industriale

Il parco commerciale Isole Iblee ha recepito con grande soddisfazione la delibera del Comune n. 17 del 3 marzo scorso riguardante la pianificazione relativa all’apertura di cinque nuove farmacie a Ragusa. Una delibera approvata dopo una lunga discussione che ha visto impegnato il Consiglio comunale nella notte tra il 3 e 4 marzo in una seduta di oltre tre ore: dalle 23,30 alle 2,35. “Prendiamo atto con favore – dice il presidente di Isole Iblee, Gianni Corallo – che il nuovo provvedimento contempla la collocazione di una delle nuove farmacie all'interno del perimetro della zona industriale di Ragusa. Già il 23 aprile dello scorso anno la nostra comunità lavorativa aveva inoltrato alla presidenza del Consiglio comunale una richiesta per far sì che una delle nuove farmacie potesse trovare allocazione all'interno dell'area. La giunta e il Consiglio hanno dunque dimostrato piena sensibilità verso le esigenze di questa parte della citta a forte vocazione lavorativa. Abbiamo anche apprezzato le argomentazioni esposte dall'assessore Salvatore Martorana e soprattutto quelle dell’ex presidente del consiglio Giovanni Iacono. Ci rincresce, però, sottolineare come durante la lunga seduta del Consiglio comunale siano emerse, da parte di alcuni consiglieri, talune valutazioni che forniscono uno spaccato dell’area non corrispondente alla realtà. Oggi, malgrado la crisi abbia falcidiato parecchie imprese e posti di lavoro, la nostra zona industriale ospita oltre 300 imprese nei settori dell'industria, dell'artigianato, del commercio e dei servizi. Con sacrifici titanici e sforzi inenarrabili le imprese insediate riescono a mantenere una forza occupazionale di quasi quattromila lavoratori. A questi vanno aggiunte oltre duemila persone tra consumatori finali, imprenditori nazionali ed esteri, agenti di commercio, autotrasportatori, ecc., che giornalmente arrivano nella zona industriale di Ragusa per visitare le varie aziende insediate. Ecco perché riteniamo che dotare questa parte della città, tra le più produttive della provincia e tra le più operose, di uno dei nuovi presidi farmaceutici significa rendere un efficace servizio alla comunità insediata”.