Ragusa, petizione per la Scuola dello Sport

Il delegato provinciale del Coni, Sasà Cintolo, ha avviato una petizione contro la soppressione della Scuola regionale di sport di Ragusa. “L’obiettivo – spiega Cintolo – è di evitare quanto già sta in parte accadendo, cioè che la struttura di via Magna Grecia, un tempo aperta a tutti, si richiuda su se stessa”. La petizione è rivolta alle competenti autorità sportive e potrà essere sottoscritta dalle associazioni sportive e culturali in rappresentanza dei bisogni e delle esigenze che il territorio emana oltre che dai cittadini dell’area iblea. “Preso atto delle decisioni assunte dal comitato regionale Coni in ordine al commissariamento della delegazione provinciale di Ragusa – è scritto nel documento – ritenuto che tale iniziativa, oltre a mortificare e distruggere un patrimonio di competenze, conoscenze ed esperienze sviluppatesi in trent’anni di attività appassionata, disinteressata e ricca di successi a livello regionale, nazionale e internazionale ponendo la provincia di Ragusa all’attenzione del mondo sportivo e culturale, è giustificata solamente da scelte che si pongono come unico obiettivo quello di azzerare il frutto di un impegno straordinario ed unico in Italia come la Scuola regionale di sport di Ragusa in cui sono confluite le iniziative, splendide e coordinate da parte degli enti territoriali come la Provincia e il Comune di Ragusa, chiedono di revocare con urgenza tali decisioni per il ripristino delle condizioni che consentano una autentica e qualificata rappresentanza del territorio; e chiedono di adottare, per quanto riguarda la Scuola regionale di sport di Ragusa, scelte che si pongano nella continuità per la qualità delle iniziative e delle attività degli ultimi vent’anni e che hanno dato lustro a tutto il mondo sportivo regionale e nazionale”. La petizione potrà essere sottoscritta negli uffici di segreteria del maneggio di contrada Selvaggio dalle 17 alle 19 e davanti all’ingresso della Scuola in via Magna Grecia dalle 9,30 alle 12. Le firme potranno essere apposte tutti i giorni, escluso sabato e domenica.