New Team Ragusa batte Ravanusa

New Team 3 – Ravanusa 0
New Team: Taranto, Khalfouni, Brullo, Zocco, Conti, Madera, Vitale Sal. (48’ st Cultrera), Ambrogio (42’ st Andolina), Bonarrigo, Rovetto, Vicari (39’ st Gurrieri). A disposizione: Campo, Licitra, Vitale Dan., Aristia All. Carmelo Giglio
Ravanusa: Termini, La Greca, Lo Coco (42’ st Ninotta), D’Ancisco (27’ st Curto), Piccirillo, Costa (8’ Giarrava), Vangelista, Lo Curto, Merlo, Cimino, Loggia. A disposizione: Pirrera, Bella, D’Antona. All. Angelo Loggia
Arbitro: Fragalà della sezione di Catania; assistenti Donzello e D’Aquino di Siracusa
Reti: 3’ e 5’ Vicari, 35’ Conti
Ci voleva. Finalmente è arrivata la vittoria tanto attesa. Tre punti che consentono alla squadra giallonera della New Team Ragusa di rifiatare nella classifica del campionato di Promozione, girone D. D’altronde, come ampiamente anticipato alla vigilia, quella odierna era una partita da vincere a tutti i costi, per non rischiare di sprofondare ulteriormente nelle zone critiche dello schieramento. La squadra del tecnico Carmelo Giglio, contro il Ravanusa, allo stadio “Aldo Campo” di contrada Selvaggio, è apparsa subito ben motivata. E non è un caso che il risultato sia stato archiviato già nel primo tempo, con ben tre reti rifilate agli avversari. E’ stata soprattutto la partita di Andrea Vicari che ha realizzato una doppietta nel giro di un paio di minuti, già nelle battute iniziali del match. Ma tutto il resto del gruppo ha ricominciato a girare come richiesto da Giglio, riuscendo a portare a casa tre punti di rilevante importanza. Uomo assist della giornata il fantasista Carmelo Bonarrigo che ci ha messo lo zampino in entrambe le marcature iniziali del match. Poi, a dieci minuti dallo scadere del primo tempo, ci ha pensato Conti a rendere ancora più sostanzioso il bottino. “Che dire – afferma il diesse Massimo Vitale – era dagli inizi dello scorso mese di gennaio che non avevamo modo di gustare il sapore di una vittoria. Anche il Ravanusa era consapevole della situazione delicata e quindi era venuto a Ragusa per cercare di disputare una partita intensa. Noi, però, abbiamo subito fatto vedere di che pasta eravamo fatti. Avevamo molti arretrati da scontare e pensiamo di essere sulla buona strada per cercare di avviare un recupero che non ci faccia correre rischi di alcun tipo”.