Royalties, Dipasquale "Ho fatto bene a presentare l'esposto alla Corte dei Conti"

"Altro che chiarimenti. Sulle royalties il sindaco Piccitto fa ammissione di colpa". Così l'on. Nello Dipasquale, deputato regionale del Pd, commenta la conferenza stampa convocata stamani dal sindaco di Ragusa e dalla sua Amministrazione comunale. "Quando ho saputo di questa conferenza stampa, avevo tutta l'intenzione di convocarne una in replica. Ma avendo saputo dalla stampa cosa è stato detto, credo che basti un semplice commento: Piccitto ha ammesso, e questa volta in modo plateale, di aver utilizzato le royalties per le spese correnti, confermando quanto ho sostenuto e le motivazioni alla base della denuncia presentata alla Procura della Corte dei Conti. Piccitto e i suoi hanno utilizzato e sperperato le risorse delle royalties destinandole alle spese correnti e non, come era previsto dalla legge, per spese per investimento, sviluppo e occupazione. Politicamente ha commesso uno scempio e politicamente è un'azione delinquenziale soprattutto perché con quelle somme, per svariati milioni di euro, avrebbe potuto realmente creare possibilità di crescita per il territorio e favorire l'occupazione. Oggi dice che dal punto di vista contabile non ci sono problemi e, parlando della Corte dei Conti in Basilicata, fa capire che quasi quasi la Procura abbia fatto praticamente i complimenti ai Comuni di quella regione che hanno speso in modo indiscriminato le royalties. A me non risulta. Anzi a me risulta che hanno bacchettato gli enti della Basilicata. Ed in ogni caso Piccitto stia sereno. Siccome non tarderà ad arrivare il giudizio di merito della Procura della Corte dei Conti, se ho sbagliato allora gli chiederò scusa e lui potrà continuare ad operare. Se viceversa la Corte dei Conti contesterà questo uso delle royalties per le spese correnti, allora gli consiglio vivamente di preparare le valigie perché non credo che potrà rimanere a fare il sindaco".