Comiso, in aeroporto con tirapugni: bloccato e denunciato

Il personale della security della Soaco ieri pomeriggio durante i controlli di sicurezza effettuati sui passeggeri diretti a Londra ha segnalato alla Polizia di frontiera la possibile presenza di un’arma nel bagaglio a mano di un passeggero. Dalla successiva ispezione del bagaglio è stato confermato quanto notato dall’addetto alla security osservando i monitor del sistema di controllo. Dentro il bagaglio a mano del 21enne gelese, A.C., era occultato un “tirapugni”. L’oggetto era stato nascosto nella tasca interna di un pantalone presente nel bagaglio nella vana speranza di non essere visto durante i controlli. Il 21enne è stato ovviamente condotto negli uffici della Polizia di frontiera per verificare la sua posizione e controllare la presenza di eventuali altre armi. il giovane non ha voluto fornire alcuna indicazione circa la presenza del tirapugni. Sia il controllo sull’uomo che sui suoi precedenti e eventuali collegamenti con gruppi di terroristi, ha dato esito negativo. Da ciò il gelese è  stato ricondotto ai gates di partenza per essere imbarcato sul volo per Londra senza non prima essere stato denunciato in stato di liberta’ per il possesso di arma di genere vietato.