La Pallamano Ragusa forse non giocherà a Messina

Viaggia sui binari dell’incertezza la prossima gara del campionato di Serie B che dovrebbe vedere contrapposta, domani sera, a Messina, la Pallamano Ragusa all’Handball club peloritano. Il motivo è dettato dal fatto che la società ospitante ha contattato i vertici del sodalizio ibleo chiarendo che, per problemi legati all’impiantistica, la gara quasi certamente sarà posticipata al 26 marzo. La decisione ufficiale sarà comunicata soltanto oggi, nel corso della giornata, forse nel pomeriggio. “Diciamo che al novanta per cento – afferma il presidente della Pallamano Ragusa, Giuseppe Girasa – la partita non si dovrebbe disputare e quindi, se così fosse, nel corso di questo fine settimana, resteremmo fermi. Davvero un peccato perché, comunque, avevamo voglia di giocare, per cercare di esorcizzare i fantasmi che da tre turni ci bloccano e non ci permettono di portare a casa neppure un punto. Abbiamo interrotto la nostra media, l’organico ha dovuto fare i conti con una serie di problemi riguardanti lo stato di salute di alcuni elementi. Sinceramente speravamo di più. Ma situazioni del genere, nel corso di un campionato, ci possono stare. E dobbiamo essere bravi noi a gestirli. Purtroppo, così non è stato. Ma non dispero sul fatto che ci riprenderemo. E in tempi rapidi”. Anche il tecnico Danilo Scalone spera di potere giocare anche se le speranze, in questo senso, sono ridotte al lumicino. “Ci serve – chiarisce – per potere mantenere il ritmo partita. Ma è chiaro che se non si può, ne prenderemo atto e cercheremo delle soluzioni alternative. In fondo, la pausa ci darebbe modo di recuperare gli infortunati, e sono davvero parecchi, per gestire la parte restante del campionato con una certa oculatezza. Per il resto, l’Hc Messina ha una squadra che non scopro certo io. Al momento si trovano al secondo posto in classifica e faranno di tutto per mantenerlo, soprattutto in considerazione del fatto che giocheranno in casa”.