Veronica Panarello sarà riascoltata dal Pm

"L'iscrizione nel registro degli indagati di Andrea Stival, per concorso in omicidio e occultamento di cadavere, era un atto dovuto". Lo ribadisce l'avvocato Francesco Biazzo legale dell'uomo, tirato in ballo dalle dichiarazioni rese agli psicologi dalla nuora, Veronica Panarello, accusata di avere ucciso ed occultato il piccolo Loris. La donna, qualche settimana fa, aveva raccontato di essersi ricordata, durante la visita alla tomba del figlio, che ad ucciderlo sarebbe stato il suocero e di non averlo detto prima per paura che potesse uccidere anche il bimbo più piccolo.

Lo avrebbe fatto perchè erano amanti e perchè Loris che aveva capito tutto, avrebbe minacciato di raccontare tutto al papà. Ha raccontato molti dettagli, proprio come aveva fatto già nelle versioni precedenti, quella in cui raccontava di avere accompagnato il figlio a scuola e quella successiva di quando Loris si sarebbe strangolato da solo per un incidente mentre giocava a casa con le fascette. Ad oggi Andrea Stival non ha ricevuto alcuna comunicazione, nè formale e nè informale e l'avvocato Biazzo afferma di avere saputo le notizie solo dalla stampa; in queste ore è venuta fuori anche quella secondo cui il suo assistito dovrebbe essere ascoltato domani in Procura, ma anche di questo il legale ha detto di non essere stato informato.

Domattina intanto il PM dovrebbe recarsi in carcere per ascoltare nuovamente Veronica Panarello, dalle sue dichiarazioni si dovrà capire se le sue accuse sono fondate e se si dovrà indagare in questa direzione o se queste potranno diventare invece di calunnia. Da parte sua, il suocero infatti, continua a smentire ogni accusa, si è dichiarato disponibile ad ogni confronto con la donna ed ha annunciato querela per calunnia.

Davide Stival, padre di Loris, dice che le dichiarazioni rese dalla moglie a prima vista sono poco credibili ma tramite il suo legale fa sapere che attende con fiducia il lavoro della magistratura, certi che si arriverà all' unico obiettivo, quello della verità.