Commissione trasparenza a Ragusa, Lunedì il "Caso Campo"

“Ho avuto modo di leggere, in questi ultimi giorni, tutta una serie di valutazioni sugli esiti dei lavori della commissione Trasparenza relativi al cosiddetto “caso Campo”, lasciando intendere un esito piuttosto che un altro. Una circostanza poco opportuna nel senso che nessuno conosce il contenuto della relazione che custodisco gelosamente e che sarà resa nota in occasione della seduta di lunedì 15 febbraio alle 10,30. Quindi, le fughe in avanti, destituite di ogni fondamento, non so a chi servano ma certo non a rendere giustizia al lavoro portato avanti dall’organismo che mi onoro di presiedere”. E’ quanto afferma il vertice della commissione Trasparenza, Elisa Marino, che spiega come la valutazione di tutti gli elementi raccolti nelle varie sedute, comprese le audizioni, saranno oggetto del documento finale che verrà presentato in commissione e che, per il momento, è stato secretato visto che l’impegno era proprio quello di renderlo pubblico nel corso di una seduta specifica, quella di lunedì appunto. “Solo in quella sede – aggiunge Marino – i commissari, dopo avere preso visione della relazione, potranno decidere quali passi eventualmente compiere. Il caso che abbiamo trattato, d’altronde, è risultato molto articolato oltre a prestarsi a numerose interpretazioni. Per questo motivo ci siamo andati con i piedi di piombo e non si può liquidare la vicenda con leggerezza come qualcuno vorrebbe fare. Invito tutti, dunque, a pazientare sino a lunedì. Solo allora si potranno trarre le conclusioni del caso concernenti una vicenda che ha tenuto desta l’attenzione non solo di palazzo dell’Aquila ma anche e soprattutto dei cittadini”.